Jesi, la Lega ricorda le vittime delle Foibe: «Tanti innocenti uccisi e troppo spesso dimenticate». | | Password Magazine
Banner4Baffi

Jesi, la Lega ricorda le vittime delle Foibe: «Tanti innocenti uccisi e troppo spesso dimenticate».

JESI – «Da 15 anni in Italia è caduto il muro di omertà sulle Foibe, tragedia tutta italiana per 60 anni tenuta nascosta ed addirittura, spesse volte, negata. Ma la Diaspora degli istriani, dei dalmati e dei friulani, così come quella degli ebrei, è una vergognosa pagina di dittatura, di tortura e di morte perpetrata a danni di innocenti da chi, a destra o a sinistra crede di appartenere ad una “razza superiore”». Con queste parole il coordinamento jesino della Lega Salvini Premier ricorda la tragedia delle Foibe: 

«I numeri degli “infoibati” sono raccapriccianti, si parla di oltre 10.000 vittime uccise in modo barbaro: le persone venivano legate tra loro con del fil di ferro e posizionate a ridosso della cavità, poi le prime due, tre venivano fucilate e, cadendo, si trascinavano dietro gli altri disgraziati che morivano nella fossa dopo alcuni giorni di agonia, con le ossa rotte dalla caduta, tra indicibili sofferenze ed accanto ai corpi già morti dei compagni. I primi ad essere catturati furono i Carabinieri, la Polizia ed i finanzieri; successivamente tutti gli italiani ex fascisti, partigiani, repubblichini, uomini, donne e bambini diventarono carne da macello per i comunisti di Tito. Per scappare da morte certa, iniziò l’esodo di circa 250.000 persone che fuggirono portando con sé l’indispensabile. In Italia vennero accolti con disprezzo nei campi profughi, rinnegati dagli italiani aizzati dai ministri comunisti dell’epoca che minimizzarono la portata della Diaspora ed addirittura etichettando i racconti sulle foibe come “Propaganda Reazionaria”.

Solo nel 2004 l’Italia riconosce la verità drammatica dei fatti e istituisce la data del 10 febbraio, che è l’anniversario del Trattato di Parigi, come giornata commemorativa a ricordo delle vittime delle Foibe e degli Esuli. 

Il coordinamento Lega Jesi – Salvini Premier commemora commosso questa data in ricordo delle tante vittime innocenti, ancora oggi troppo spesso dimenticate e rinnegate».

1 Commento su Jesi, la Lega ricorda le vittime delle Foibe: «Tanti innocenti uccisi e troppo spesso dimenticate».

  1. Avendo studiato qualche anno fa,ricordo che il mio tema ginnasiale sulla 2^guerra mondiale mi costò l unico 3 in italiano della mia vita per aver ricordato le foibe ed essere quindi andato “fuori tema”secondo le ruffiane insegnanti del tempo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.