Jesi, Largo Allende: la città ricorda i 40 anni dal golpe cileno | Password Magazine
Festival Pergolesi

Jesi, Largo Allende: la città ricorda i 40 anni dal golpe cileno

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – L’11 settembre del 2013 ricorre il quarantesimo anniversario del tragico golpe militare che pose fine alla democrazia in Cile.

La città di Jesi custodisce una delle più interessanti memorie di quell’evento: i murales in Largo  S. Allende, realizzati nei primissimi anni ottanta da un gruppo di giovani cileni esuli in Italia, su invito dell’Amministrazione comunale di allora.

L’opera descrive alcuni fondamentali momenti della storia del Sud America attraverso un linguaggio espressivo proprio della cultura latino americana.

I murales di Largo Allende rappresentano una testimonianza unica, per la loro dimensione e per la provenienza degli artisti, in Italia e forse anche in Europa.

All’inaugurazione  della piazza e dei relativi murales  presenziò la vedova del Presidente, la signora Hortensia Allende.

L’Istituto Gramsci Marche, sezione di Jesi, unitamente alla locali sezioni dell’Anpi e dell’Arci, ha in cantiere un programma di iniziative finalizzate alla valorizzazione dell’opera artistica quale testimonianza di una cultura originale rappresentativa di valori della democrazia e dell’accoglienza.

La prima di esse è prevista per  l’11 settembre p.v., alle ore 18.00, presso il cippo di Largo S. Allende con una  cerimonia commemorativa: la deposizione di una corona di fiori della Città di Jesi, il saluto delle autorità e dei rappresentanti delle organizzazioni proponenti.Tali iniziative sono rivolte alla cittadinanza e in particolare ai giovani coinvolgendo, in un progetto più ampio da realizzarsi entro il 2013, le scuole.

All ’iniziativa dell’11 settembre hanno dato il loro Patrocinio il Comune di Jesi e la Provincia di Ancona.

Comunicato da: Comune di Jesi

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.