Jesi, lieve calo contagi e accessi al Pronto soccorso. Quaglieri: «Avanti con i vaccini» | Password Magazine

Jesi, lieve calo contagi e accessi al Pronto soccorso. Quaglieri: «Avanti con i vaccini»

Rimandata a domani l'apertura della seconda palestra Zannoni alle vaccinazioni.

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Diminuiscono contagi e quarantene in città e anche la pressione sul Carlo Urbani si fa più leggera. In data odierna, Jesi conta 392 casi positivi e 746 persone in quarantena.

«Dal 25 marzo si sta registrando un calo di nuove infezioni e di accessi al Pronto soccorso  – fa sapere l’assessore alla Sanità Marialuisa Quaglieri -. Diminuiscono anche gli interventi sul territorio delle USCA. Questa è una buona notizia che però non deve farci assolutamente abbassare la guardia».

Alto ma stabile il numero dei ricoverati nell’ospedale jesino, 112 i pazienti secondo l’ultimo report del Servizio sanità regionale. Sono 16 le persone in terapia intensiva, 12 i malati in semi-intensiva, 78 ai reparti covid e 8 al Pronto soccorso. Sono inoltre 17 i pazienti in cura alla clinica Villa Serena.

Proseguono intanto le vaccinazioni agli impianti sportivi di via Zannoni, con l’apertura della seconda palestra a partire da domani. I vaccini sarebbero dovuti essere somministrati qui già da oggi ma il Comune ha rinviato a martedì 30 marzo per consentire l’installazione di una rampetta di collegamento tra le due strutture, in sostituzione delle scalette, così da rendere l’accesso più agevole ad anziani e disabili.

«Al momento sono in corso i secondi richiami e prime vaccinazioni – spiega l’assessore Quaglieri -. L’aggiunta della seconda palestra ci consentirà di gestire al meglio l’aumento delle linee di somministrazione previsto con l’arrivo di nuovi dosi nei prossimi giorni. Tutto quanto è stato progettato e realizzato nella massima sicurezza, in sinergia tra Comune, Asur e Protezione civile». Defezioni? «Non ci risultano, al momento le persone che si stanno recando al centro sono effettivamente quelle previste dall’Asur».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.