Jesi, luminarie: il Comune sosterrà metà della spesa | Password Magazine

Jesi, luminarie: il Comune sosterrà metà della spesa

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Luminarie ormai accese da qualche giorno in tutta la città, grazie quest’anno anche all’intervento dell’Amministrazione comunale che, per venire incontro alle difficoltà degli operatori commerciali a seguito della pandemia, ha inteso per la prima volta sostenere le spese per l’installazione.

Una scelta che non riguarda solo Corso Matteotti e stradine limitrofe, ma tutte le aree della città dove i negozianti normalmente si associano per la raccolta fondi delle luci di Natale. E così il contributo comunale, per oltre 12 mila euro, pari al 50% della spesa complessiva, è andato anche agli operatori di Via Marconi, di Via Garibaldi, di Via San Francesco, di Viale della Vittoria, di Via del Prato e di Via Paladini, vale a dire di tutti coloro che hanno scelto per questo Natale di abbellire la propria zona con le luminarie. 

«Ringrazio l’Amministrazione comunale per la sensibilità dimostrata – ha sottolineato Alfredo Benigni, a nome dell’Associazione Jesi Centro – ben comprendendo le difficoltà che gli esercenti stanno attraversando, i quali hanno comunque ritenuto importante colorare anche quest’anno il Natale. È la prima volta che questo accade ed è un importante segnale di attenzione, sia per noi operatori commerciali del centro, sia per tutti i nostri colleghi presenti in città che hanno ugualmente voluto mettere le luminarie nelle strade dove insistono le loro attività».

Il contributo del Comune è stato elargito con le risorse derivanti dal ristoro che il Governo ha parzialmente riconosciuto per il mancato introito dell’imposta di soggiorno. 

L’iniziativa non sarà la sola che vedrà uniti Amministrazione comunale ed operatori commerciali. Giovedì prossimo sarà infatti presentato il progetto “Illustri Natali” con la doppia finalità di sostenere da un lato l’acquisto di regali nei negozi di Jesi da parte dei concittadini, dall’altro di aiutare anche famiglie in difficoltà a poter far compere natalizie nei medesimi negozi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.