Jesi, mozzarelle che diventano blu. Allertata Finanza e Asur

JESI – Tornano le inquietanti mozzarelle blu sulle tavole degli italiani. L’allarme arriva da uno jesino che dopo aver acquistato in un supermercato della città bocconcini di mozzarella di una nota marca, aveva aperto la confezione per pranzo, consumato parte del prodotto e riposto il resto nel frigo. “La data di scadenza era il 13 marzo – racconta – Quando dopo un paio di giorni dall’apertura le ho tirate fuori dal frigo, il siero delle mozzarelline era diventato blu e l’odore era nauseabondo”.

Mentre in altre occasioni l’alimento non avrebbe evidenziato dunque  alterazioni ed è stato regolarmente consumato, il cambiamento di aspetto ha indotto i consumatori ad evitarne il consumo e ad effettuare la segnalazione.

Il malcapitato si è rivolto alla Guardia di Finanza che ha da subito indirizzato il cittadino – preoccupato per la propria salute – al Dipartimento di prevenzione dell’ Asur che ha poi effettuato le analisi.

Il colpevole dovrebbe essere un batterio del gruppo Pseudomonas, non inserito tra gli indicatori di igiene o di sicurezza alimentare da parte dell’Unione europea in quanto non pericoloso per l’uomo, ma ben conosciuto dai produttori del settore lattiero caseario per le sue capacità di causare il colore blu. Una contaminazione del latticino o del siero da parte del batterio, in fase di produzione, per mancato rispetto dei parametri normativi, può causare l’alterazione nel latte e nei formaggi.

 

1 Commento su Jesi, mozzarelle che diventano blu. Allertata Finanza e Asur

  1. Salve, anche io ho acquistato e consumato delle mozzarelle che dopo aperte sono diventate blu! Ma sono pericolose?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*