Jesi Natale: pista di pattinaggio da l'8 dicembre. Luminarie accese da domani | Password Magazine
Banner-StudioGamma
studiogamma

Jesi Natale: pista di pattinaggio da l’8 dicembre. Luminarie accese da domani

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La città si prepara ad accogliere il Natale. Domani (venerdì 3 dicembre) alle 18 saranno accese le luminarie in centro storico, dando il via alla stagione più magica dell’anno. Il programma di Jesi Natale, organizzato dal Comune di Jesi in collaborazione con Fondazione Pergolesi Spontini, CNA e le associazioni di commercianti Jesi Centro, Botteghe del Prado, Jesi Città da Vivere e Jesi Vittoria. Dal 17 dicembre al 6 gennaio ci saranno i mercatini natalizi in piazza della Repubblica, decorazioni luminose abbelliscono Piazza Pergolesi, l’albero tradizionale è stato allestito in piazza Colocci e da l’8 dicembre e fino al 9 gennaio si potrà pattinare sul ghiaccio sotto un cielo di stelle in piazza Federico II. «Un’iniziativa che avrà soprattutto un impatto sociale positivo sui ragazzi e sui bambini – ha spiegato l’assessore al Commercio e Turismo Ugo Coltorti in sede di conferenza -. Sarà un Natale eccezionale, diverso, pensato e ottenuto grazie alla pienissima collaborazione con le associazioni. Le iniziative vanno a valorizzare le quattro nuove piazze di Jesi, nell’ottica di rendere il centro attrattivo».
Tra le novità che più hanno fatto discutere nei giorni passati c’è la pista di pattinaggio su ghiaccio, un’attrazione non sostenibile e poco green secondo Legambiente che ha anche depositato una petizione in Comune per revocarne l’installazione. Dal sindaco Massimo Bacci però nessun dietrofront: «Rivendico fortemente il mio pensiero e non ho il minimo dubbio sulle scelte fatte, sono convinto che avranno ricadute positive su tutta la comunità, con occhio particolare verso adolescenti, tra i più penalizzati nel periodo del lockdown».

 

Jesi Natale

La pista di pattinaggio su ghiaccio sarà aperta al pubblico anche la sera (15.00 – 20.00 / 21.30 – 24.00 nei giorni festivi; festivi e prefestivi 10.30 – 13.00 / 15.00 – 20.00 / 21.30 – 24.00; dal 23 dicembre al 9 gennaio: 10.30 – 13.00 / 15.00 – 20.00 / 21.30 – 24), la notte di Capodanno si potrà pattinare fino alle 3 di notte. Il costo del biglietto, con pattini inclusi, è di 7,50 euro all’ora. L’attrazione costerà al Comune solo le spese per l’energia elettrica.
Non potranno entrare nell’area più di 30 persone alla volta per evitare assembramenti in pista e servirà il green pass. Non c’è obbligo di indossare mascherina durante l’attività, dato che la legge nazionale non lo prevede. «Credo che la decisione di imporre l’uso della mascherina anche all’aperto non spetti a un sindaco solo, piuttosto è una misura di ambito nazionale – spiega Bacci -. Resta il fatto che tutti dovremmo adottare le giuste precauzioni per evitare il contagio».

La rete organizzativa. Hanno contribuito a Jesi Natale anche CNA e le associazioni di commercianti e esercenti Jesi Centro, Botteghe del Prado, Jesi Città da Vivere e Jesi Vittoria. L’assessore Coltorti ha ringraziato Francesco Barchiesi e Sonia Conti di CNA per l’impegno profuso nell’organizzazione. «L’intento era quello di creare una spinta sempre maggiore verso i territori di Jesi e Vallesina – è il commento del presidente CNA Francesco Barchiesi -. Crediamo che Jesi possa diventare con questo Natale un vero fulcro attrattivo». Soddisfazione anche da Alessandra Sassaroli che ha parlato a nome dei commercianti di Jesi Centro: «Sono davvero molto soddisfare, credo che d’ora in avanti possiamo solo che migliorare, avendo sempre a cuore il bene del centro». Alla conferenza erano presenti anche Luciano Pacenti per Jesi Vittoria – quest’anno le luminarie saranno anche sul viale – e Gino Candolfi a rappresentare i commercianti del Prado, anche loro in rete con l’iniziativa della cartolina di Natale promossa dai Musei civici jesini.

WhatsApp Image 2021-12-02 at 16.05.03 (1)

La cartolina di Natale. «La cartolina sarà distribuita presso gli esercizi commerciali e – spiega Romina Quarchioni, curatrice della Pinacoteca di Palazzo Pianetti – potrà essere utilizzata in due modi: come buono regalo o come coupon sconto per ottenere una riduzione sul biglietto unico per accedere ai musei della rete museale urbana». La rete comprende 8 dei 10 musei cittadini – esclusi solo museo diocesano e museo di Palazzo Bisaccioni perché ad ingresso gratuito – e acquistando un solo biglietto sarà possibile visitarli tutti. Il costo è di 15 euro (10 il prezzo ridotto) e il biglietto, con validità un anno, consente l’ingresso ai tre Musei civici di Palazzo Pianetti, Casa Museo Colocci, il Museo delle Arti e della Stampa, Sala Fondi Antichi della Biblioteca planettiana di Palazzo della Signoria, Museo Federico II Stupor Mundi e Sale Pergolesiane del Teatro Pergolesi. «Chi ha il biglietto unico di rete – fa sapere la Quarchioni – riceverà anche un passaporto con le 10 carte di identità dei musei cittadini e il timbro apposto dopo ogni visita». Il 5 dicembre, inoltre, la Pinacoteca civica festeggia un doppio compleanno: i 40 anni dall’apertura al pubblico e i 20 anni dall’inaugurazione della Galleria d’Arte Contemporanea. Sono previste visite guidate alle 17 e alle 18 e ci sarà anche un albero di Natale speciale con un angolo dei ricordi.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.