Jesi, occhio alla truffa: falsi volontari porta a porta per chiedere denaro | Password Magazine

Jesi, occhio alla truffa: falsi volontari porta a porta per chiedere denaro

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Si presentano alla porta per chiedere a nome di associazioni di volontariato o del Comune somme di denaro da devolvere all’acquisto di mezzi di trasporto per i malati covid. Ma è una truffa: lo comunica il Comune di Jesi dopo aver ricevuto da parte dei cittadini diverse segnalazioni. «Si consiglia di telefonare all’associazione stessa o alle forze dell’ordine prima di dare il proprio contributo» è la raccomandazione. Anche i carabinieri sono già stati avvisati di tali raggiri in atto sul territorio.

Negli ultimi mesi sono stati diverse le segnalazioni di casi di truffa sul territorio di Jesi e Vallesina: da chi si fingeva volontario della Croce Rossa o della Protezione civile, da chi chiedeva denaro per l’emergenza a chi voleva introdursi nelle abitazioni con la scusa di «effettuare un tampone gratis», di segnalazioni ne sono arrivate tante. Quindi, prestare sempre attenzione a chi bussa alla porta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.