Jesi, Pinacoteca: il via alla mostra di Sigfrido Bartolini | Password Magazine
Festival Pergolesi

Jesi, Pinacoteca: il via alla mostra di Sigfrido Bartolini

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

Sarà inaugurata venerdì prossimo, alle ore 18, presso la Pinacoteca civica di Palazzo Pianetti, la mostra “La nostalgia attiva. Monotipi di Sigfrido Bartolini”, dedicata al grande artista pistoiese che nel 1994 si aggiudicò, per la Sezione della Grafica d’Arte il Premio Città di Jesi- Rosa Papa Tamburi.

La mostra proporrà un’ampia raccolta di opere, circa 40, prestate dalla moglie dell’artista, che coprono un vasto arco temporale e che furono realizzate attraverso la tecnica del monotipo, di cui Bartolini fu impareggiabile maestro. Si tratta di un procedimento che consente di operare direttamente con il colore su una matrice di varia natura ( per Bartolini preferibilmente il vetro) e di ottenere non più di una o al massimo due copie dello stesso soggetto. I temi e i motivi presenti in mostra sono quelli del mondo popolare della provincia toscana, già cari ad una poetica e a una corrente pittorica definibile come “primitivismo”, che ebbe in Ottone Rosai, nel Carlo Carrà della fase post – metafisica e in Ardengo Soffici, il maestro di Bartolini, alcuni dei suoi rappresentanti più autorevoli. Con il suo primitivismo colto e volutamente naif, Bartolini ci racconta la vita della nativa Pistoia e delle sue campagne, i personaggi di un mondo “strapaesano” ritratti con  fanciullesca poesia. Un mondo espressione di quello che, nel dépliant di presentazione, Loretta Mozzoni definisce come “nostalgia attiva”: “uno sguardo sentimentale verso la parlata dialettale del passato e la lucida considerazione della possibilità di rifarsi ai valori antichi per superare i momenti di un’attualità  grossolana”.  All’inaugurazione della mostra, sarà presente Elena Pontiggia, storica dell’arte dell’Accademia di Brera e curatrice di cataloghi e monografie dedicate alla vicenda artistica di Sigfrido Bartolini, che parlerà della vita e dell’opera dell’artista toscano.

La mostra  resterà aperta fino al 24 giugno nel seguente orario: mattino 10-13, pomeriggio 16-19 (chiuso il lunedì).

Comunicato da: Comune di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.