Jesi Rugby 70, grande riscatto: Jesi Modena 35 a 33

JESI – L’impegno, la concentrazione e la voglia di farcela a tutti i costi hanno ripagato i nostri ragazzi ieri, con una bella vittoria sul Modena, e messo a segno 5 punti in classifica.

Una partita sentita e ben preparata da tempo quella di ieri, tanta era la voglia di riscatto, considerando la disfatta dell’andata in campo modenese e l’ultima beffarda sconfitta in casa, contro la Capitolina.

Il primo tempo inizia con un forte ed agguerrito Modena che si fa subito sentire, passando immediatamente in vantaggio.

Bellissima la reazione di Jesi che ha iniziato a macinare gioco e a rispondere bene all’avversario, dominando per quasi tutto il primo tempo.

Una corsa a senso unico sia dal reparto dei tre quarti che da parte degli avanti. Le mete, infatti, sono state frutto di una costruzione dei tre quarti, concretizzata da questi ultimi. Buonissima prestazione anche da parte della difesa.

Il primo tempo si conclude con un punteggio inequivocabile, 26 a 7.

Il secondo tempo inizia in modo un po’ “rilassato” dato il punteggio raggiunto, c’è stato un calo e questo ha permesso al Modena di rimettersi in gioco e recuperare punteggio, arrivando ai 33. I due cartellini gialli,m presi dalla padrona di casa, non hanno facilitato il contenimento di una squadra come il Modena, con un giocatore in meno.

Nonostante questo Jesi non abbassa mai la guardia e con un grande Vittorio Santarelli, bravissimo al piede, arriva ai 35. Davvero un’ ottima prova e una grandissima soddisfazione per questa vittoria. I ragazzi hanno dato il massimo, brillando tutti e in tutti i ruoli, dalla mischia ai tre quarti, merito del talento e del lavoro dello staff tecnico che inizia a concretizzarsi e a dare grande spettacolo.

“Sono stra felice per questo risultato-  il coach Fagioli – ce lo meritavamo dopo l’amaro in bocca degli ultimi due match. Ora ci aspettano due settimane di lavoro e concentrazione, per prepararci alla trasferta di Parma e portare a casa un altro bel risultato”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.