Jesi, scuole pronte a ricevere gli alunni in sicurezza: mensa e scuolabus garantiti | Password Magazine
Festival Pergolesi

Jesi, scuole pronte a ricevere gli alunni in sicurezza: mensa e scuolabus garantiti

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI- Sono stati illustrati questa mattina in Comune i servizi e i lavori effettuati per l’avvio dell’anno scolastico 2020/2021, in conformità alle normative anti covid-19, in una conferenza che ha visto la presenza del sindaco Massimo Bacci, l’assessore ai Servizi educativi Marisa Campanelli, l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Renzi, il dirigente comunale Mauro Torelli e il presidente di JesiServizi Salvatore Pisconti.

«E’ molto importante sottolineare che riusciamo a ripartire garantendo i servizi fin dall’inizio: sia la refezione scolastica che lo scuolabus partiranno in contemporanea con l’inizio dell’anno scolastico» fa sapere l’assessore ai servizi educativi Marisa Campanelli, mentre «il servizio Piedibus inizierà ad ottobre, dopo aver raccolto i nominativi tra i genitori degli alunni a scuola». Saranno 480 gli alunni che usufruiranno dello scuolabus, 1300 della refezione scolastica e 200 circa quelli stimati per il Piedibus. Inoltre 81 alunni fruiranno del pre e dopo scuola, i cui tempi di accoglienza sono stati aumentati dal corpo docente. I volontari delle associazioni Auser Filo d’Argento e Antes Jesi ODV saranno 61 e aiuteranno nella gestione dei servizi di “Nonno Vigile”, assistenza scuolabus, assistenza pre e post scuola e assistenza Piedibus.

Saranno formati nuovi gruppi classi: 9 per la scuola dell’infanzia, 1 per la scuola primaria e 4 per le scuole secondarie. L’assessore Marisa Campanelli si è espressa sulla corresponsabilità di docenti e genitori, che devono impegnarsi per la sicurezza dei bambini e sulla corresponsabilità degli studenti più grandi. A ciò si accoda il sindaco Massimo Bacci che chiede la collaborazione di tutti Amministrazione, docenti, genitori e studenti.

Il presidente di JesiServizi Salvatore Pisconti ha illustrato poi nello specifico le novità sulla refezione scolastica e sul trasporto scolastico.

Per quanto riguarda la prima, sono stati modificati gli spazi dove era necessario, è stato introdotto un secondo turno e in alcuni casi distribuzione di pasti in classe che si svolgeranno in maniera analoga alla mensa, tranne che per una volta a settimana al Federico Conti, dove il pasto sarà consegnato in monoporzioni sigillate e biodegradabili. In tutte le scuole il pane sarà in confezione monouso ed è garantita la sanificazione sia delle mense che delle aule adibite a mensa prima e dopo il servizio.
Per il trasporto scolastico verranno rispettate tutte le linee guida che prevedono modalità di salita e discesa nel rispetto del distanziamento sociale, la rimozione della prima fila di posti la messa a disposizione di dispositivi di sicurezza per gli autisti, che sono anche stati sottoposti a test sierologici per Covid-19. Inoltre Salvatore Pisconti fa sapere che non sono state aumentate le corse e i posti saranno occupati fino ad un massimo dell’80% dei posti disponibili. «Faccio un appello a docenti, genitori, la struttura amministrativa: dobbiamo essere pronti e reattivi a tutto quello che accadrà» afferma Pisconti.

L’assessore ai Lavori pubblici Roberto Renzi aggiunge che «tutti gli edifici sono stati completati e sono pronti all’apertura». Infatti, sono stati investiti 160 mila euro in interventi per le scuole per verifiche, lavori di adeguamento dei servizi igienici e degli spazi sia delle aule che delle mense. Ventitré mila euro sono stati destinati a lavori nella Scuola Mestica- Carotti, che ospiterà classi della Scuola Martiri della Libertà. Laddove non è stato possibile modificare gli spazi della mensa, nel caso della primaria Garibaldi, il Centro Sociale Incontro di Via Tessitori ha messo a disposizione il proprio edificio, come ricorda il dirigente comunale Mauro Torelli, con grande gratitudine nei confronti del Centro.

Ringraziamenti dal Massimo Bacci nei confronti dell’impegno profuso nell’avvio di questo anno scolastico : «Un grazie va a tutti coloro che hanno collaborato per fare in modo che il 14 settembre si riparta con tutti i servizi in funzione. C’è stato un impegno straordinario e va assolutamente sottolineato».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.