JesiAmo ancora in corsa per la continuità: ecco la lista per Marasca sindaco - Password Magazine

Festival Pergolesi

JesiAmo ancora in corsa per la continuità: ecco la lista per Marasca sindaco

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – «Jesi, oggi, è una città migliore di quella di dieci anni fa. Non vanifichiamo il lavoro fatto. Non lasciamola in mano ai partiti che la vorrebbero far tornare indietro, che non sono stati nemmeno in grado di rinnovarsi e che sanno solo attaccare personalmente e pesantemente, senza proporre nulla». Sono le parole di Massimo Bacci, presidente di Jesiamo (e sindaco uscente), nel presentare in conferenza stampa i candidati consiglieri della lista civica a supporto di Matteo Marasca. Un gruppo, quello di Jesiamo, composto da professionisti, imprenditori, artigiani, studenti e lavoratori. Entusiasmo ed esperienza. Volti nuovi, anche giovanissimi, accanto a persone che dedicano da un decennio le proprie energie per il civismo e, soprattutto, per Jesi.

«Il nostro è un percorso caratterizzato da sensibilità differenti, e libere dalle segreterie politiche, in grado di stare allo stesso tavolo e prendere decisioni per il bene della città, non per gli interessi di pochi – evidenzia Massimo Bacci in veste di presidente di Jesiamo -. Nel 2012, quando sono entrato in Comune da sindaco, la situazione finanziaria era disastrosa. I debiti erano pari quasi alle entrate: nel privato ciò significherebbe fallimento. Abbiamo risanato il bilancio, il prerequisito fondamentale per poter, adesso, investire in opere pubbliche: lasceremo circa 50 milioni di investimenti, con copertura finanziaria annessa. Nel 2011, l’indebitamento era di circa 35 milioni, oggi di 22 milioni. Le risorse destinate al sociale sono raddoppiate a Jesi, e triplicate se prendiamo l’ambito territoriale come riferimento. Siamo fra i primi in Italia per l’accoglienza e il sostegno ai più fragili. Abbiamo realizzato nuovi contenitori culturali e sportivi, coinvolgendo società sportive e start-up, e ne abbiamo ristrutturati tanti altri. Abbiamo messo in sicurezza le scuole e, dopo oltre 50 anni, ne stiamo costruendo una tutta nuova, oltre a diverse palestre. Siamo stati in grado di rinnovarci, puntando convinti su Matteo Marasca. Molti di noi, dopo il 12 giugno, torneranno al proprio lavoro. Il nostro dovere è quello di dare continuità a questo bel civismo, sempre costruttivo e propositivo, e far crescere ancora la nostra città, scongiurando il rischio di lasciarla a partiti guidati dagli stessi politici di venti, trenta anni fa».

«La politica del fare è possibile, lo abbiamo dimostrato in questi anni – le parole di Daniele Massaccesi, uno dei fondatori di Jesiamo -. Serietà, efficienza e onestà i valori del civismo che continueremo a portare avanti». «La politica, per noi, non è una professione, è spirito di servizio – osserva Tommaso Cioncolini, consigliere comunale uscente -. Abbiamo un chiaro e definito progetto per la città. In questi dieci anni abbiamo trasformato Jesi, il modo di abitarla e di viverla. Ci muoviamo in un contesto puramente razionale, lasciando da parte le ideologie. Il libro che abbiamo iniziato a scrivere non è ancora terminato. Lo proseguiremo con Matteo Marasca».

Fra i nuovi candidati, la trentenne Arianna Tantucci. «Per me è un’esperienza nuova – dice -. Ho accettato perché ritengo possa essere formativa. Cercherò di dare il mio piccolo contributo». Margherita De Gennaro, sua coetanea, si candida perché ama Jesi. «Amo la mia città e mi voglio mettere in gioco per dare il mio apporto. Apprezzo l’entusiasmo e l’impegno di Jesiamo, mi piacciono i progetti di Matteo Marasca e mi fido di lui. È stato fatto tanto per questa città dal civismo, dobbiamo continuare su questa strada». In lista anche il giovanissimo Nicolò Lorenzetti, classe 2002. «I giovani non sono disinteressati alla politica – osserva -. Jesiamo ha lavorato molto bene, questa città è diventata un fulcro in Vallesina per i giovani. Spero di rappresentarli al meglio».

«Innanzitutto ringrazio Jesiamo per la fiducia accordatami – dichiara il candidato sindaco Matteo Marasca -. La qualità delle persone in lista è elevatissima, sono onorato di rappresentarle e di portare avanti i valori del civismo. Abbiamo importanti progetti in cantiere e tante cose fatte per questa città. Il valore aggiunto di Jesiamo è la capacità di rinnovamento, che non riscontro altrove. Seguendo la filosofia del civismo jesino, presenterò altri due assessori della mia eventuale giunta, dopo aver annunciato Landino Ciccarelli a Urbanistica e Ambiente. La trasparenza si pratica con i fatti, non con le chiacchiere».

I CANDIDATI: Matteo Baleani, Nicola Bisi, Pietro Bologna detto “Piero”, Alessio Brunori, Franco Burattini, Guglielmo Cherubini, Tommaso Cioncolini, Ugo Coltorti, Margherita De Gennaro, Daniela Ferrara, Nicola Filonzi, Daniele Garzi, Nicolò Lorenzetti, Rossella Martinez, Daniele Massaccesi, Marialuisa Quaglieri, Paola Quaranta, Carlo Rossetti, Carla Saveri, Arianna Tantucci, Graziano Tesei, Anna Tosti, Filippo Maria Triccoli, Youssef Wahbi.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.