Jesina Calcio, il grande in bocca al lupo della Farmacia Martini

JESI – Grande in bocca al lupo ai ragazzi della Jesina Calcio che affrontano il campionato della Serie D e saluti da parte dello sponsor tecnico “Farmacia Martini”.

Nelle sale della Farmacia Martini, la squadra della serie D della Jesina Calcio è stata accolta a braccia aperte dal padrone di casa Gaetano Martini e da tutto il suo staff, dall’assessore per lo sport Ugo Coltorti, il presidente della Jesina Calcio Gianfilippo Mosconi e l’allenatore Davide Ciampelli.

Nell’aria si percepiva un forte entusiasmo per la ritrovata serie D, dopo il ripescaggio da parte della Lega, entusiasmo che ha contagiato anche la comunità con un conseguente aumento delle persone in stadio la domenica: “C’è stato un risveglio significativo da parte dei tifosi – commenta Gaetano Martini – la Jesina Calcio è da sempre una realtà importante per il territorio, un po’ tutti siamo cresciuti con il calcio e i suoi ricordi che ci scaldano il cuore. E quindi ragazzi avete una grande responsabilità”. E, quasi come fosse un inno alla fortuna, il Dott. Martini ha regalato due cornetti rossi al mister Ciampelli e Ale presidente Mosconi, per un grande in bocca al lupo per l’inizio della stagione 2018/19. “Semplicemente grazie Dott. Martini, da soli non andremo da nessuna parte – commenta il presidente – abbiamo lavorato per mettere insieme una grande squadra che penso ci regalerà grandi emozioni”. La squadra è sotto l’occhio vigile dell’umbro Davide Ciampelli che sapeva a che cosa andava incontro e al lavoro che doveva mettere in campo, si dice fiducioso e positivo nel ricostruire connsoldie fondamenta la squadra

“Quello che mi da fiducia è ciò che vedo nei volti dei miei ragazzi ogni giorno – commenta l’allenatore – sono persone serie, che lavorano, giocatori che sanno cosa fare, come farlo e cosa vogliono fare. Penso che siano i giocatori giusti”. Per ciò che riguarda l’amministrazione comunale, l’assessore Ugo Coltorti, da ex giocatore, si sente parte vitale e attiva della squadra: “Io sto nel vostro cuore e nei vostri piedi, quindi quando vincete è come se vincessi anche io. Rimettere insieme una squadra è difficile, vedere allo stadio persone così entusiaste che non si vedeva da tanto è positivo ed è da ricondurre alla riorganizzazione e al lavoro fatto all’interno della squadra”. C è un atteggiamento giusto in campo perché è stato trasmesso qualcosa di positivo da parte di tutto il team. Inoltre, c è da parte dell’ amministrazione comunale la volontà di portare avanti la creazione di un vero e proprio centro sportivo nell’aria di Via Asiago: il progetto ha l’obiettivo di riqualificare un’area importante, come quella a ridosso di Via Roma, e soprattutto dare una risposta esauriente, completa e definitiva ai quasi 400 ragazzi che compongono il settore giovanile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*