Jesina, riammissione in serie D. Mosconi: «Ridare entusiasmo ai tifosi»

JESI – “La riammissione in serie D è una bella notizia, su cui certamente contavamo e in funzione di essa abbiamo costruito una squadra che possa ben figurare in questa categoria”.

Il presidente della Jesina, Gianfilippo Mosconi, commenta così la comunicazione della Lega Nazionale Dilettanti che ha ufficializzato il ripescaggio anche in anticipo rispetto ai tempi attesi.

Gianfilippo Mosconi

“Fin dal nostro insediamento – continua Mosconi – ci siamo sentiti responsabili di un progetto di grande respiro, che punta innanzitutto a ridare entusiasmo e orgoglio ai tanti tifosi e sportivi legati ai colori leoncelli. È un impegno che continueremo a portare avanti con passione, umiltà, determinazione, concretezza.

Nessuna altra promessa, perché abbiamo scelto di adottare una linea precisa: parlare poco, sparlare meno, essere giudicati dai fatti. Forza Jesina”.

Per quanto riguarda l’organico, “è ancora da completare, con calma e umiltà” dice Mosconi dopo la vittoria a a Sarnano,  nel triangolare con Tolentino e Perugia: “Un risultato che conferma che il lavoro impostato va nella giusta direzione. Sia quindi di stimolo allo staff tecnico e ai giocatori per continuare ad impegnarsi con determinazione e costanza, così da farsi trovare pronti per l’inizio del campionato”.

Il presidente, presente anche a Sarnano alla prima uscita stagionale della Jesina, è ovviamente soddisfatto per i successi su Tolentino e soprattutto sul Perugia, ma predica massima calma e smorza qualsiasi facile entusiasmo.

“Sta cominciando una nuova avventura – spiega Mosconi – che dovrà permettere innanzitutto di riaccendere orgoglio e passione attorno ai colori leoncelli. Sappiamo cosa ci aspetta, saremo chiamati tutti a dare il meglio di noi stessi con la massima umiltà e con un forte senso di responsabilità. La società, da parte sua, sta proseguendo il proprio lavoro per completare l’organico e mettere nelle condizioni mister Ciampelli di avere una squadra competitiva in ogni reparto”.

Intanto la Fermana Football Club ha reso noto che l’amichevole con la Jesina, in programma sabato 4 agosto, non si giocherà più a Capodarco, bensì a Monte Urano per concomitanza di eventi sportivi e manifestazioni pubbliche nella zona, su indicazione delle forze di pubblica sicurezza. All’interno dell’impianto potranno accedere 99 spettatori, anche in virtù dei lavori allo stadio. Il calcio d’inizio è fissato sempre per le ore 17.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*