La biblioteca La Fornace di nuovo aperta al pubblico per il prestito su prenotazione | | Password Magazine

La biblioteca La Fornace di nuovo aperta al pubblico per il prestito su prenotazione

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – A seguito delle nuove disposizioni, la biblioteca La Fornace di Moie da mercoledì (9 dicembre) è di nuovo aperta al pubblico per i soli servizi di prestito e di restituzione. Per riconsegnare i libri non ci sarà bisogno di prenotare l’arrivo, basterà lasciarli nel carrello al piano terra mentre per prendere i volumi che si desidera occorrerà prenotare i titoli e l’orario di arrivo. Prima di recarsi in biblioteca si dovrà comunicare i titoli richiesti, il nome e cognome del possessore della tessera, la data di nascita e il cellulare. La mail di riferimento è info@bibliotecalafornace.it, ma si potrà utilizzare anche Facebook (biblioteca La Fornace) o il telefono (0731/702206), sempre durante gli orari di apertura.

I titoli dei libri si possono cercare consultando il catalogo della Biblioteca La Fornace sul sito https://bibliomarchenord.it/SebinaOpac/Opac.do. Chi è in difficoltà può seguire i tutorial: http://blftutorialCATALOGO.bibliotecando.online. Chi non ha modo di prenotare un testo potrà scegliere solo tra quelli esposti nelle vetrine preparate allo scopo, chiedendo al personale. Per il servizio di prestito bisognerà avere con sé la bibliocard mentre per accedere alla biblioteca occorrerà compilare un’autocertificazione che attesta la buona salute. Non saranno consentiti l’ingresso nelle sale, né la consultazione dei giornali e riviste, né l’uso del computer e in generale la sosta in biblioteca al di fuori del tempo strettamente necessario per prestito e restituzione. Chi aveva la tessera della biblioteca valida e non ha potuto usufruire del servizio a causa della chiusura avrà la validità prorogata per 30 giorni.  Fino al 18 gennaio 2021 saranno sospese le more per i ritardi nella consegna del materiale. 

È sempre attiva, invece, Medialibrary: la banca dati digitale delle Marche che rientra nel Sistema Bibliotecario Marche e permette di usufruire, gratuitamente, in qualsiasi luogo e con qualunque device, della collezione digitale della biblioteca.

«La Fornace in realtà non si è mai fermata – spiega l’assessora alla Cultura Tiziana Tobaldi – anche in questo periodo condizionato dalla pandemia e ha voluto mantenere vivo lo stretto rapporto che in questi 13 anni ha creato con il territorio. Con il progetto “Curiosa…mente”, conclusosi lo scorso 1° dicembre, i libri e gli artisti, scrittori, musicisti e attori ospiti negli anni della biblioteca hanno viaggiato virtualmente per il paese. Ringraziamo gli esercizi commerciali che hanno festeggiato con noi arricchendo le proprie vetrine con i libri donati e le citazioni di 40 personalità che la biblioteca in questi anni ha avuto il piacere di ospitare. Un tour che ha abbracciato le vie del Comune e gli stessi esercenti nel periodo difficile che stiamo vivendo».

L’assessora ricorda, inoltre, che La Fornace partecipa alla quinta edizione del concorso “Progetto Art bonus dell’anno”. L’iniziativa è promossa da Ales S.p.A. e Promo PA Fondazione – LuBeC, con l’obiettivo di dare valore all’impegno di quanti si prendono cura del patrimonio culturale italiano con progetti di recupero e valorizzazione da finanziare con l’Artbonus. L’iniziativa premierà gli enti promotori dei progetti e coloro che decideranno di sostenere economicamente le attività previste, recuperando il 65 per cento grazie al credito di imposta. I progetti della biblioteca si potranno votare fino al 6 gennaio 2021.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.