La Casa Museo Gaspare Spontini aperta per le visite il 31 dicembre | | Password Magazine

La Casa Museo Gaspare Spontini aperta per le visite il 31 dicembre

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MAIOLATI SPONTINI – Un Santo Stefano all’insegna della cultura quello che propone il comune di Maiolati Spontini. Per trascorrere un pomeriggio particolare, prima dei fasti del cenone di Capodanno, il capoluogo collinare apre le porte della Casa Museo Gaspare Spontini, gestita dal Comune in collaborazione con la Fondazione Gaspare Spontini e la Conservatoria museale. La struttura, riaperta con un nuovo allestimento, consente di ammirare, in qualche caso per la prima volta, testi di opere, manoscritti e documenti, tutti in originale, attraverso un percorso di scoperta della vita e delle opere del grande compositore realizzato all’interno della casa dove Spontini è vissuto e dove si è spento nel 1851.

La Casa Museo sarà aperta il 31 dicembre, dalle 16 alle 20. Oltre alla visita delle collezioni i visitatori potranno assistere ad “Ascolti rari”: saranno proposte, infatti, delle registrazioni storiche di musiche e opere spontiniane non commercializzate e quindi delle rarità. Aperture particolari su prenotazione per gruppi, studiosi e per altre forme di fruizione possono essere richieste al telefono 3336688998. Per quanto riguarda le tariffe, il prezzo intero è di 4 euro, ridotto 3 euro, per gruppi composti da almeno 6 unità e per persone con età superiore a 65 anni. Gratuito per bambini minori di 11 anni al seguito di un accompagnatore adulto. Il Comune sta facendo una politica di promozione del museo anche presso le scuole primarie e secondarie di primo grado. Il sindaco, infatti, ha inviato una lettera a tutte le scuole del territorio per invitare le scolaresche a visitare la struttura.

Nel centro culturale “eFFeMMe23” di Moie non funzioneranno, invece, il 31 dicembre i servizi bibliotecari, ma la struttura sarà aperta, nel pomeriggio di San Silvestro, per la celebrazione di un matrimonio. Nei giorni di apertura della biblioteca si potrà visitare, fino al 4 gennaio, la mostra “Foto senza fili” di Adriana Argalia, allestita nei suggestivi locali del tunnel dell’ex fornace. Un viaggio affascinante, un poetico racconto per immagini ispirato dai protagonisti del Social Opera. La mostra si inserisce nell’ambito delle iniziative della 49esima Stagione Lirica della Fondazione Pergolesi Spontini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.