La città che non c’è più, un souvenir turistico di Jesi

JESI – Sabato 21 giugno, in Piazza Spontini, dalle 17 alle 21 si può guardare nell’obiettivo di una speciale macchina fotografica facilitatrice di immaginazione per esplorare la città e la sua storia attraverso 12 postazioni disseminate nel centro di Jesi. “CIP – Cerca.Inquadra.Pensa” è il nome del souvenir ideato e realizzato per turisti e cittadini dalla Scuola Internazionale di Comics e Moustache, con la collaborazione di Archeoclub d’Italia sede di Jesi, Gruppo FAI Jesi e Vallesina, Carlo Cecchi e Stefano Cinti nell’ambito del Progetto JES! del Comune di Jesi.

JES! chiude il suo anno di attività e restituisce alla città quello che è scaturito da circa un anno di lavoro in rete dedicato alla formazione, alla valorizzazione delle professionalità creative e del territorio: la sesta giornata evento, JES!Day#6, invade tutto il centro cittadino con numerosi appuntamenti dal mattino a tarda notte (www.jesplease.it).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*