La Croce Verde di Jesi si munisce di una sedia saliscendi scale | | Password Magazine
Festival Pergolesi

La Croce Verde di Jesi si munisce di una sedia saliscendi scale

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La Croce Verde di Jesi è sempre più all’avanguardia: grazie al sostegno di sponsor del territorio, la pubblica assistenza si munisce di una sedia saliscendi scale completamente automatizzata.

Un altro grande passo per la Croce Verde di Jesi verso una maggiore sicurezza sul lavoro e soprattutto verso il benessere del paziente. La sedia saliscendi scale è una delle ultime tecnologie presente sul mercato: grazie a delle rotaie che poggiano sulle scale, il milite è in grado di trasportare il paziente su e giù per le scale di casa in totale sicurezza e senza sforzi fisici. Gli sponsor che hanno aiutato a realizzare il progetto sono 12: la farmacia Fausto

Gli sponsor David I.C.O.F. e il il si con te del Torrione

Coppi; Onoranze funebri David I.c.o.f; la concessionaria Antonietti; la carrozzeria Giardinieri; la Sidertekno; America Graffiti; HDI Assicurazioni; Villa Serena; Si con te del torrione; Gp Wash autolvaggio; Samas pubblicità e la concessionaria Harley Davidson Route 76. «Senza di loro non ce l’avremmo mai fatta a sostenere una spesa così ingente, si parla di circa 7000€, e vorrei quindi ringraziarli pubblicamente di cuore per il gesto di grande solidarietà che hanno fatto – commenta il presidente Samuele Piersanti – ma una nota di merito va anche al nostro volontariato Federico Filonzi che li ha effettivamente trovati; è stato un valido braccio destro».
La sedia verrà usata all’occorrenza, sarà quindi conservata all’interno della sede e utilizzata in base al servizio: «L’auspicio è quello di poterne acquistare altre così da poterle mettere in ogni ambulanza – spiega il segretario Andrea Rosati – e sempre per ridurre i carichi, in programma c’è anche l’acquisto di una barella completamente automatizzata, che sale e scende dall’ambulanza senza che il milite sollevi fisicamente la barella stessa, ma qui il costo lievita di ben tre volte rispetto alla sedia. Si tratta di uno strumento che rende molto più sicuro il servizio di primo soccorso ed è una garanzia ulteriore per i pazienti».
Il funzionamento della sedia è stato fatto nella sede della Croce Verde di Via Cappannini per comodità, ma anche perché era in atto un corso sul trauma per i dipendenti della Croce Verde tenuto da Palumbo Pasquale, presidente dell’associazione FoRTE – Formazione Ricerca e Training nell’Emergenza – centro di formazione per sanitari e laici e di cui fanno parte oltre trenta istruttori sanitari: «Il corso di oggi è rivolto ai volontari e ai dipendenti della Croce Verde perché la formazione è estremamente importante per gestire al meglio tutti i pazienti, tra cui quello traumatico» ha spiegato il presidente dell’associazione FoRTE.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.