La “Jesi 28” entra a far parte della Croce Verde di Jesi

JESI – Nuovo arrivo per la Croce Verde di Jesi, la “Jesi 28” entra a far parte della Pubblica Assistenza jesina

Negli ultimi giorni si sono conclusi importanti acquisti in casa Croce Verde, la nuova ambulanza “Jesi 28” che ha fatto il suo ingresso nella sede dell’Associazione soltanto poche ore fa e il “lifepak”, il monitor multiparametrico che consente la visualizzazione e il controllo di parametri fisiologici funzionali in tempo reale mediante elettrodi e trasduttori opportunamente collegati al paziente durante il trasporto. Attualmente l’associazione conta otto ambulanze operative sul territorio di Jesi e della Vallesina, per il trasporto secondario e i servizi di emergenza. E la “Jesi 28” servirà proprio a questo: l’ambulanza verrà utilizzata per il soccorso di emergenza avanzato, dotata quindi di particolare strumentalizzazione e accortezze che un mezzo di soccorso base non ha: “L’ambulanza entrerà in servizio dopo la certificazione da parte dell’Asur, il tempo di allestirla secondo le norme della legge regionale – spiega il presidente Samuele Piersanti – e sarà pronta per essere messa su strada tra una decina di giorni, 15 al massimo”.

L’acquisto del nuovo mezzo non ha richiesto nessuna donazione esterna, è stato fatto tutto in casa: “È grazie al lavoro dei dipendenti e dei volontari che siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo – continua il presidente – è con la loro forza che l’associazione va avanti”. Tutto quello che è materiale elettromedicale ha una vita e per mettere a disposizioni macchine sempre più performanti si ha anche dunque bisogno di strumenti che siano all’altezza: “Per questo il lifepak rappresenta per noi un grande traguardo raggiunto – spiega il segretario Andrea Rosati – e l’ambulanza non è da meno visti i tanti servizi che facciamo, basti pensare ai circa 800 servizi svolti soltanto nel mese di gennaio”.

Ma la Croce Verde non è soltanto servizi secondari ed emergenza, è anche un’associazione che ospita gli LSU, i lavori socialmente utili: “La Croce Verde dà anche questa possibilità – commenta il consigliere responsabile dei dipendenti, Federico Marasca – l’anno scorso per esempio ne abbiamo avuti una decina. Sono ragazzi che si sono resi conto di quello che hanno fatto e sono in cerca di riscatto. Danno concretamente una mano e alcuni sono anche restati poi come volontari sia per secondari che per il 118”.

La Croce Verde di Jesi vi aspetta il 23 marzo in Piazza della Repubblica per l’inaugurazione ufficiale… non mancate!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*