La notte bianca dei LES: alla scoperta della contemporaneità | | Password Magazine
Festival Pergolesi

La notte bianca dei LES: alla scoperta della contemporaneità

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Tutto pronto per la “Notte bianca dei LES”, l’iniziativa nazionale di promozione degli istituti superiori di indirizzo economico-sociale, e che sul territorio coinvolge due istituti superiori: il Liceo Classico Vittorio Emanuele II e l’Istituto di Istruzione Superiore Galileo Galilei.

L’evento, aperto agli studenti dei due istituti superiori, alle loro famiglie e a tutto il personale scolastico, si aprirà dalle ore 17.00 di venerdì 26 Ottobre a Palazzo Bisaccioni, dove si terrà una conferenza tenuta dalla professoressa Maddalena Mattioni, docente del Galilei, che parlerà di identità culturale e percorso formativo nel liceo economico-sociale, a seguito poi di altri due ospiti quali Pierluigi Rausei, Dirigente dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, e Sergio Mosconi, presidente dell’ASP Ambito 9. La partecipazione è stata inoltre estesa a qualsiasi associazione o agenzia che operino nel territorio in campo sociale, economico e dell’assistenza alla persona.

Il proseguimento dell’evento, dalle ore 19.30 alle 23.00, avverranno poi in due sedi separate per i due istituti superiori: la sede di Corso Matteotti per il Liceo Vittorio Emanuele II, e la sede nel plesso Carducci per il Galilei: qui ci saranno momenti di convivialità che prevedono uno spazio food, per cenare tutti insieme, uno spazio musica e diversi workshop e laboratori teatrali.

Un’intera comunità scolastica che si apre al territorio quindi: i due istituti jesini hanno scelto di aderire congiuntamente a questa iniziativa ministeriale, per far conoscere alla comunità chi sono gli studenti dei LES jesini e quali sono le loro potenzialità, e quindi riconoscere la caratteristica distintiva dei LES, ovvero essere il Liceo della contemporaneità.

“Il LES non è amore a prima vista, ma matura piano piano- dice Rosa Ragni, Dirigente Scolastico del Liceo Vittorio Emanuele II- Il nostro è sì un liceo della contemporaneità, ma ha anche una tradizione, alla quale sono state accorpate discipline di valenza umanistica. Non è una scuola delle certezza, ma sollecita tutti i punti di domanda, e fornisce gli strumenti per navigare in questa situazione”.

“Il liceo della contemporaneità apre oltretutto un ampio ventaglio di possibilità nel proseguimento degli studi universitari: da noi gli studenti studiano le scienze umane, il diritto, ma anche due lingue straniere, e ancora storia dell’arte, filosofia. Tutto questo consente agli studenti la formazione su più ambiti” – aggiunge Floriano Tittarelli, Dirigente Scolastico dell’Istituto Galilei.

Un ancoraggio al territorio, per decodificare la realtà locale, seguendo gli assi giuridico-economico, sociale e linguistico, come confermano le due docenti Daniela Franciolini del liceo classico e Maria Cristina Casoni del Galilei.

A conclusione di quanto detto, Marisa Campanelli, Assessore ai Servizi Educativi, ha ribadito l’importanza dei LES nel “creare menti complesse: si deve creare un corso di studi perché le aziende cercano figure con competenze trasversali, sia sociali che economiche.”

 

A cura di Giovanna Borrelli

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.