La Torre di Mezzogiorno secondo gli occhi di ventidue artisti


JESI – La Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi ospita, negli spazi espositivi al piano terra di Palazzo Bisaccioni, dal 7 al 22 Novembre 2015, la mostra “Torri. L’oltre e memoria”.

Il progetto nasce da un’idea in forma di sogno di Walter Gasperoni, realizzato  da Andrea Barchiesi,  raccoglie ventidue artisti italiani e stranieri che, per le loro opere, si sono ispirati al Torrione di Mezzogiorno ed è curato da Giancarlo Bassotti.

La mostra,  resa possibile grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, si  avvale del patrocinio del Comune di Jesi, Assessorato alla Cultura, è organizzata in collaborazione con la Galleria “2G” di Jesi, l’Associazione culturale Art ‘Up.

La Torre di Mezzogiorno, eretta nel 1454 a cura dell’architetto Baccio Pontelli,  è parte integrante della cinta muraria della Città di Jesi e ne racconta la storia al suo interno, così come al suo esterno. E’ l’elemento architettonico che segna la città. Un segno che diventa simbolo. Un simbolo che si carica di significati storici, sociali, culturali.

E’ l’omaggio che l’arte, attraverso l’opera degli artisti, rende alla Città di Jesi, elevando nell’immaginario collettivo,  il Torrione, simbolo del Rinascimento,  a simbolo della Città, al pari di Federico II e Giambattista Pergolesi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*