L'abbraccio più grande delle Marche al San Savino Linking Festival | | Password Magazine

L’abbraccio più grande delle Marche al San Savino Linking Festival

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
La signora Maria Pia Boria con Giuseppe Romagnoli, ideatore del San Savino Linking Festival

JESI – Anche quest’anno il San Savino Linking Festival​ ha unito la comunità nell’abbraccio più grande delle Marche: un meraviglioso successo fatto di colori e amore.

Si è concluso ieri l’evento che celebra ​il “fare rete” tra diverse ​realtà economiche, culturali ed etniche che ruotano intorno al piazzale San Savino, invitandole ad incontrarsi e a dialogare. Il Festival è stato organizzato dal​ Comune di Jesi in collaborazione con ​l’Associazione Culturale Victoria e nasce per valorizzare e riqualificare il quartiere San Giuseppe, celebrandolo come punto di contatto tra le diverse identità, etnie e generazioni che si mettono in collegamento. Ma l’evento celebra anche la cultura, la musica, l’arte, la danza e lo sport intesi come tramite per l’integrazione e la solidarietà.

In questo senso, nella giornata di ieri, dopo lo spettacolo di danza hip hop dei ragazzi del Nuovo Spazio Studio Danza, alle 18:30 tutte le persone presenti si sono riunite in piazzale San Savino nell’abbraccio più grande delle Marche​. Il tutto sotto lo sguardo della signora Maria Pia Boria, vicino ai 104 anni e oramai un simbolo del quartiere, dopo che qualche anno fa la sua mano è diventata un calco apposto sul monumento “Punto di contatto tra culture” nel medesimo piazzale.

La serata è poi proseguita con la consegna delle certificazioni Cambridge agli alunni delle medie da parte della scuola di lingue The Victoria Company e con il concerto dei Capabrò “Opening Fase39” agli Orti Pace.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.