Ladri alla farmacia ex Cras, rubati farmaci "salva vita" per oltre 1 milione di euro | | Password Magazine

Ladri alla farmacia ex Cras, rubati farmaci “salva vita” per oltre 1 milione di euro

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

ANCONA – Ieri mattina, alle 6.30, gli agenti delle volanti della Questura di Ancona, sono intervenuti in via Colombo al fine di verificare se, presso il magazzino della farmacia dell’ex Cras, fosse stato commesso un furto.

L’accertamento di Polizia Giudiziaria è stato necessario in quanto gli agenti della Sottosezione della Polizia Stradale di Frosinone avevano fermato, alle ore 3.10 precedenti, un’autovettura Jeep Renegade con a bordo due soggetti napoletani, all’interno della quale vi erano numerosi farmaci ospedalieri salva vita. 

Nella circostanza gli agenti hanno appurato che nella notte i ladri erano entrati nella farmacia, forzando la grata, posta a protezione di una finestra, con un grosso piede di porco, poi sequestrato, ed avevano asportato numerosi e costosi farmaci salva vita per un valore di 1.796.423 euro. Sul posto è intervenuto il personale della Squadra Mobile e della Polizia Scientifica per le indagini del caso.

Sono stati poi i poliziotti della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone, al  Km.628 sud della A/1 territorio comune di Ceccano, a beccare i ladri. Fermandoli con l’alt per un normale controllo l’auto accelerava dandosi a precipitosa fuga.

Dopo un repentino inseguimento, con l’ausilio di altra pattuglia, l’auto è stata fermata alla chilometrica 638 nel comune di Ceprano.

Il passeggero si è dato immediatamente alla fuga, verso l’esterno della carreggiata autostradale, ma  prontamente inseguito veniva bloccato, così come il conducente.

All’interno della Jeep sono stati rinvenuti i farmaci “salva vita” rubati poco prima farmacia dei Poliambulatori dell’Ex Cras di Ancona.

Un uomo di anni 44, sul quale pende anche una misura  cautelare di obbligo di presentazione, e uno  di anni 49 entrambi nati e residenti a Napoli sono stati su disposizione dell’A.G. competente arrestati per furto aggravato e condotti presso la locale casa circondariale.

E’ da evidenziare, atteso l’ingente quantitativo ,  come tale furto ha creato non pochi problemi di  approvvigionamento  e  distribuzione a discapito della salute  di pazienti, vista anche l’importanza  dei medicinali, tutti salvavita. L’ingente e prezioso bottino è stato restituito al suddetto ospedale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.