L'antiquariato come espressione di un territorio, nasce "Il Cuore di Casa" | | Password Magazine
Festival Pergolesi

L'antiquariato come espressione di un territorio, nasce "Il Cuore di Casa"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
www.ilcuoredicasa.it


JESI – L’antiquariato come espressione di cultura, arte e identità di un territorio. Nell’epoca della globalizzazione e dell’omologazione, dove la funzionalità e il minimalismo contano più della bellezza e del valore, si fa strada il gusto per l’antico, la passione per quegli oggetti e mobili di arredamento ereditati dal passato, reinterpretati secondo gli usi e le esigenze di oggi.

Ci vuole “naso” per rintracciare quei pezzi unici e rari, in grado di raccontare davvero una storia, la nostra storia: a dirlo è l’imprenditrice jesina Chiara Cercaci che, recentemente, ha aperto un negozio e-commerce dedicato all’antiquariato, il primo sul territorio,  Il Cuore di Casa.

“Mi occupo di ricercare oggetti unici, rari, di valore, mobili e complementi di arredo nei vari stili: antiquariato, shabby, dèco, industrial, rètro ed etnico  – ci spiega Chiara  – La differenza la fa la selezione, personalmente curata da me: sono tutti pezzi esclusivi, provenienti da ogni parte d’Italia e dal resto del mondo”.

Chiara dispone di una collezione di quasi cento pezzi, tra mobili e piccole idee regalo, pensieri speciali da fare magari quando si vuol essere originali. Un’attenzione particolare è dedicata agli oggetti in legno, materiale caldo e naturale particolarmente amato dalla Cercaci: “La parola “Cuore” è proprio ispirata al legno, l’anima di ogni casa, un materiale vivo, bello, duraturo. Non si perderà. Così come la famiglia e i valori cui siamo stati educati. Credo molto in questi principi”.

E il costo? “Al contrario di quel che si pensa, un mobile d’antiquariato non costa più di uno moderno, anzi, a volte il prezzo è addirittura inferiore – spiega -L’aspetto curioso è che, in alcuni casi, un oggetto antico può risultare inutilizzabile per lo scopo per cui era stato creato (si pensi solo a quanto sono cambiate nel tempo le esigenze della vita domestica), bisogna affidarsi quindi al proprio “naso” e a un po’ di immaginazione per individuarne un possibile “ri-uso”. E così un annaffiatoio può diventare una fioriera, un portone può trasformarsi in un tavolo, e così via…Insomma con un po’ di creatività il riuso diviene divertimento, strumento di risparmio, modo nuovo per arredare, meraviglia per chi guarda.”.

Il Cuore di Casa diventa dunque un’occasione per dare di nuovo vita a mobili e oggetti ereditati dal passato, capaci di raccontare una storia, ricchi di un valore che sa di tradizione, di identità.

Basta un click per visitare la galleria, scoprire se si trova qualcosa di interessante, mettere nel carrello ed acquistare. L’azienda spedirà il tutto massimo entro due giorni dall’ordine oppure è possibile ritirare personalmente nel laboratorio/magazzino che si trova a Jesi in via Roma, 2.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.