Lavoro nero, sanzionati tre laboratori cinesi

Tra il 26 e il 30 maggio i Carabinieri della Compagnia di Jesi, con la collaborazione dei Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Ancona, hanno effettuato decine di controlli a ditte della zona per contrastare il fenomeno del “lavoro nero”.

Dal controllo è emerso un quadro di grande rispetto della legalità, fatta eccezione per tre ditte del settore tessile-calzaturiero, tutte gestite da imprenditori cinesi e tutte localizzate a Serra de’ Conti.

I Carabinieri della Stazione di Serra de’ Conti hanno individuato tre ditte con alle dipendenze 19 lavoratori, tutti di origini cinesi e regolari sul territorio nazionale, ma 6 di questi non risultavano avere contratti in regola, pur colti mentre erano chiaramente intenti a lavorare. I Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro hanno elevato contravvenzioni per un totale di oltre 32.000,00 euro.

Le tre ditte, due tomaifici e una ditta di confezioni per l’abbigliamento, sono state sanzionate anche con la sospensione dell’attività imprenditoriale ai sensi dell’articolo 14 del Decreto Legislativo 81 del 2008

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.