Le api di Amatrice adottate in Vallesina: sane e salve | Password Magazine
Festival Pergolesi  

Le api di Amatrice adottate in Vallesina: sane e salve

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
VALLESINA –  Prosegue l’opera degli apicoltori della Vallesina che hanno aderito all’iniziativa “Salviamo le api di Amatrice”: a raccontarci gli ultimi sviluppi è il loro referente,  l’apicoltore Andrea Picciarelli di Chiaravalle. “Come promesso negli articoli precedenti torno ad aggiornarvi sulla situazione delle api di Amatrice, trasferite qui in Vallesina da quando il terremoto ha strappato la vita alla famiglia Casini che se ne prendeva cura. Questi utilissimi insetti sono stati posizionati in due diversi apiari in Vallesina in base alla disponibilità degli apicoltori intenti nell’accudirle. Fortunatamente lo stato di salute delle stesse non desta particolari preoccupazioni e con buone probabilità passeranno l’inverno – racconta Picciarelli – Abbiamo già iniziato a moltiplicarle grazie alla donazione di diverse api regine feconde da parte di un noto allevatore della zona di Faenza. Alcune famiglie, direi la maggior parte, oltre che da noi allevatori di api sono seguite anche da un noto veterinario della zona di Senigallia (AN) ormai in pensione ma con una formazione straordinaria. Nella foto allegata all’articolo è stata immortalata l’unica donna del gruppo, Flavia, la quale ha apportato un fattivo aiuto alla salvaguardia di questi benefici insetti, beccata con le “MANI IN FAVO”.
La famiglia Casini  è tragicamente rimasta vittima del sisma in quel maledetto 24 agosto. Ad Amatrice, come è noto, il terremoto ha mietuto molte vittime, tra cui l’apicoltore Casini,  sua moglie e la figlia diciottenne. A restare in vita, solo la sorella e la madre che, però, non erano capaci di accudire le api. Di qui la scelta dei colleghi della Vallesina di adottare gli insetti che saranno moltiplicati e restituiti in primavera. L’operazione è stata resa possibile grazie alla solidarietà dei colleghi apicoltori che, tra di loro, hanno raccolto i fondi necessari per finanziarla. Per informazioni su come sostenere l’iniziativa, contattare Andrea Picciarelli al numero 3246159184.
Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.