Le Api di Amatrice in Vallesina, dove acquistare il miele per sostenere l'iniziativa | | Password Magazine
Festival Pergolesi  

Le Api di Amatrice in Vallesina, dove acquistare il miele per sostenere l'iniziativa

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

VALLESINA – Qualche giorno fa abbiamo pubblicato la notizia di alcuni apicoltori della Vallesina che, con grande spirito di solidarietà, hanno avviato una raccolta fondi per “adottare” le api di un loro collega rimasto vittima, insieme alla sua famiglia, del terremoto che ha distrutto Amatrice. Avevamo raccontato che, raccolta tra di loro una somma, gli apicoltori solidali hanno raggiunto poi la città colpita dal sisma e trasportato le prime casse di api fino in Vallesina al fine di salvaguardarle e di cercare di aumentarne il numero per poi riconsegnarle a primavera prossima alla mamma e alla sorella del defunto, incapaci di accudirle. Attraverso Password, gli apicoltori coinvolti avevano lanciato poi l’appello di acquistare miele dai produttori locali al fine di incrementare i fondi per portare avanti l’iniziativa: nessuno di loro però aveva voluto esporsi in prima persona per non ottenere pubblicità da una tragedia. Tuttavia, a seguito delle numerose segnalazioni e richieste di informazioni da parte dei lettori, gli apicoltori hanno ritenuto necessario rompere il silenzio: a farsi avanti è uno dei promotori dell’iniziativa, Andrea Picciarelli di Chiaravalle (AN): “Contrariamente alle mie aspettative, in molti hanno mostrato interesse verso questa iniziativa. Nell’articolo pubblicato, volutamente abbiamo scelto di non apparire e questa decisione è stata da alcuni lettori criticata, giustamente, tanto da spingere altri a pensare che si trattasse di una bufala – spiega Andrea – Dato che si tratta di solidarietà e non di pubblicità e quindi del mondo reale e non di quello delle bufale ho deciso di presentarmi. Prima però, ci tenevo a sottolineare che volevamo diffondere la notizia non è a scopo di pubblicità o lucro bensì solo per dire agli altri che in fondo un po’ di sensibilità nelle persone esiste ancora”. Si presenta così Andrea Picciarelli , apicoltore di Chiaravalle (AN), che ha partecipato attivamente e a proprie spese, insieme agli altri apicoltori che erano con lui, in quel di Amatrice: “L’ho fatto con il cuore in mano – spiega Andrea – Come dicevo nell’articolo precedente la nostra intenzione è quella di salvaguardare il patrimonio apistico del collega scomparso, patrimonio che, ci tengo a sottolineare, è di tutti e che noi amanti delle api siamo solo dei “gestori”. Considerato che le leggi attuali sulla privacy mi vietano di divulgare i nomi degli altri partecipanti, approfitto di questo spazio per dare a tutti i lettori di Password i miei riferimenti principali, invitandovi pure a contattarmi e sarete da me indirizzati presso apicoltori locali dove ognuno di voi potrà sia acquistare miele e prodotti dell’alveare rigorosamente prodotto in loco e dove ognuno potrà lasciare un obolo per partecipare alla sistemazione delle api”. E aggiunge Andrea: “Da parte mia ci sarà l’impegno di pubblicare di tanto in tanto articoli e foto sulla situazione di questi piccoli insetti indispensabili per l’uomo. Spero che questo secondo articolo sia abbastanza chiaro per fugare i giusti dubbi espressi da alcuni sul primo”. E’possibile contattare Andrea Picciarelli al numero 3246159184: una volta contattato, in base alla zona dove abitate Andrea vi indirizzerà presso gli apicoltori locali a voi più vicini, dove sarà vostra cura dire che siete andati ad acquistare miele e/o prodotti dell’alveare per sostenere le “Api di Amatrice”.

Banner-Montecappone
Montecappone

1 Commento su Le Api di Amatrice in Vallesina, dove acquistare il miele per sostenere l'iniziativa

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.