Le frontiere della nuova impresa, appuntamento al Palazzo dei Convegni

JESI – Sono rare e innovative, hanno grande potenzialità e aggregano numerose attività, sono fucine creative e sostegno per tutto l’indotto che ne potrebbe derivare. Perciò è necessario incentivare le start-up e le nuove realtà imprenditoriali che, sulla scia delle nuove frontiere rappresentate da Sharing Economy ed Economia Circolare, stanno prendendo vita anche nella nostra Regione.

Qual è il quadro attuale? Quali le prospettive? E cosa può fare una amministrazione comunale per sostenere la vocazione globale della nuova impresa?

Le risposte a queste domande proviamo a darle domani pomeriggio (martedì 6 giugno) alle ore 18 al Palazzo dei Convegni di Corso Matteotti, all’iniziativa organizzata da Pd e Jesi Sostenibile, le due liste che appoggiano la candidatura a sindaco di Osvaldo Pirani.

“Le frontiere della nuova impresa” è il titolo del convegno moderato da Frida Paolella, responsabile Europa e Imprenditorialità del Pd regionale, che vedrà come relatori alcuni personaggi di spicco del panorama marchigiano, come Stefano Santini, cofondatore di Nest Srl, Luca Palmirotta, Presidente di We4Share, Adriano Bernabei, Socio Cofyp, Equity Crowdfunding.

La città che punta all’innovazione deve oggi incoraggiare il dialogo tra pubblico e privato, favorire ecosistemi a sostegno dell’imprenditorialità, incentivare l’interconnessione tra diverse imprese, nuove e tradizionali, giovanili e femminili. Servono spazi di coworking in cui imprese tradizionali, native digitali, grandi imprese e nuove frontiere legate alla raccolta dei fondi (come piattaforme crowdfunding) possano incontrarsi per affrontare nuove sfide e restituire a Jesi quel ruolo di riferimento che storicamente gli appartiene. Tutti sappiamo che per sopravvivere nel mercato di oggi serve aumentare la quota di export. Chi nasce oggi ha già una naturale vocazione internazionale che spesso, purtroppo, non è sostenuta da mezzi adeguati a raggiungere il mercato globale. E’ qui che l’istituzione pubblica entra in gioco nel creare reti e sviluppare relazioni che aiutino le imprese ad uscire fuori dai confini.

Dopo aver parlato di partecipazione e trasparenza, welfare, Europa, vocazione turistica e agenda digitale, la campagna elettorale di Osvaldo Pirani, tutta incentrata sui contenuti, tocca un altro elemento di grande spessore e importanza, visto che tra le priorità di un’amministrazione di oggi non può mancare il sostegno all’impresa e all’occupazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.