Le Marche restano gialle, Acquaroli: «La curva frena ma non gioiamo» | Password Magazine

Le Marche restano gialle, Acquaroli: «La curva frena ma non gioiamo»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

REGIONE – «Le Marche restano zona gialla». Lo sostiene il Governatore Francesco Acquaroli, mentre il ministro Speranza è pronto a firmare l’ordinanza che include altre cinque regioni – Umbria, Toscana, Abruzzo, Basilicata, Liguria – nella zona arancione.
«Alla situazione attuale – dice Acquaroli – le Marche sono una delle regioni con il livello della curva migliore in Italia, in decrescita. Non dobbiamo però abbassare la guardia». Per il Governatore infatti «non c’è da ritenersi sicuri. Ci aspettano settimane e mesi duri».

L’ordinanza ministeriale – che passerà anche la provincia di Bolzano in zona rossa – andrà in vigore dall’11 novembre. E’ in atto, secondo quanto apprende l’ANSA, una ulteriore verifica dei dati epidemiologici che riguarderà tutte le altre Regioni italiane. La giornata di domani, martedì, sarà dedicata interamente alla situazione della Regione Campania. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.