Viaggio a Jesi tra i sapori internazionali: torna "Food&Drink" | | Password Magazine

Viaggio a Jesi tra i sapori internazionali: torna “Food&Drink”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Week end all’insegna degli aperitivi e cene internazionali per il centro storico di Jesi: “Food&Drink” fa tappa a Jesi nella sua sesta edizione

L’iniziativa “Food&Drink” è stata presentata in mattinata in sede comunale da Silvano Dolciotti, Presidente Confartigianato comitato territoriale di Jesi – Fabriano; Giuseppe Carancini, Segretario Confartigianato Jesi; Giulia Mazzarini, Responsabile Alimentaristi Confartigianato; Cristiano Gasparri area marketing di Confartigianato e Luigi Loscalzo, imprenditore. Nata con l’obiettivo di rivitalizzare i centri storici e valorizzare le imprese locali, l’amministrazione comunale è stata sin da subito propensa a rinnovare la collaborazione anche per questa sesta edizione visti i successi degli scorsi anni: sotto la sigla di “La via Maestra – Anima del Centro Food & drink”, quest’anno le vie di Jesi verranno inondate dai sapori internazionali dei 23 locali aderenti dalle 18.30 di domani fino a sabato sera.

I locali interessati sono perlopiù dislocati nel centro storico, e in minima parte sono a ridosso delle aree centrali, “per creare una sorta di percorso perdonale – afferma Cristiano Gasparri di Confartigianato – vista come un’opportunità per visitare la città a piedi e per rendere vivo il centro storico”.

La città ha sempre risposto molto bene a questo format, e l’assessore al turismo Ugo Coltorti non poteva che esprimere la sua gratitudine, “questa è un’altra bella occasione per riaccendere i riflettori sul centro storico e per vivere la città al meglio, nel rispetto della cittadinanza e degli esercenti che rendono possibile l’evento stesso”.

 

I locali aderenti all’iniziativa proporranno aperitivi e cene a tema internazionale, ciascuno con un menù dedicato al Paese del mondo scelto e un allestimento ispirato ai suoi colori e alle sue atmosfere, “si tratta di una vera e propria ricerca quella fatta dai locali per garantire un equilibrio tra sapori, tradizioni e cultura che vede come filo conduttore l’enogastronomia internazionale”, commenta Giulia Mazzarini di Confartigianato.

I locali interessati sono American Bakery (Austria); Caffé Imperiale (Sud Africa); Comida (Canada); con Gusto (Italia); Pizzeria Numero Uno (Argentina); Gijo Breakfast (Perù); Hemingway Café (Israele); Hostaria Dietro Le Quinte (Rep. Dominicana); il Tasso Alcolico (Thailandia); Jack Rabbit (Spagna); Je’Rish Birreria S.Agostino (Belgio); La Picca (Messico); Man Cave Café (Brasile); Osteria Gatto Matto (Jamaica); Pasticceria Zoppi (U.S.A.); Pergolesi Enocaffè (Portogallo); Poldo Burger (India); Rambaldus Caffé (Venezuela); Ristopizza 0731 (Italia); Rosso Intenso (Germania Renania); Sogni di Zucchero (Hawaii); Taverna La Rincrocca (Haiti); Veramente (Tunisia).

Gli aperitivi vanno dai 7€ ai 12€, le cene invece dai 20€ ai 30€.

Inoltre, è stato attivato un contest sulla pagina facebook de “la via maestra Marche” che permette di votare tramite un “like” il locale che più è piaciuto per allestimento, proposta culinaria e atmosfera cosmopolita.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.