Letteratura Infanzia, le rime del dottor Seuss | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Letteratura Infanzia, le rime del dottor Seuss

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

Anche se in Italia il suo nome è poco conosciuto, il dottor Seuss è uno degli scrittori americani più stimati di tutti i tempi. Il suo vero nome è Theodor Seuss Geisel, ma preferì firmare i suoi libri con un nome d’arte per sottolineare con ironia le speranze disilluse del padre, che lo voleva laureato ad Oxford. Le sue storie sono caratterizzate da un umorismo irresistibile, da una musicalità della frase in rima che racconta le avventure di personaggi strampalati, improbabili mezzi di trasporto e assurdi animali che si fanno portatori di semplici, ma importanti messaggi educativi. La maggior parte dei suoi libri è scritta in versi e in rima, con un metro preciso: il tetrametro anapestico che dona un fascino e un ritmo unici alla frase (“Che grigia giornata, / che pioggia, che vento / non resta nient’altro / che starcene dentro. (…) A un tratto sentiamo / un fortissimo BUMP! / E i nostri due cuori / sobbalzan TUMP TUMP!”).

Anche se le traduzioni italiane sono attente a riprodurre questa musicalità delle parole e, in parte, ci riescono, le storie del dottor Seuss rendono meglio se lette in lingua originale, ad esempio come supporto all’insegnamento della lingua inglese. I bambini sono sempre affascinati dalle rime, le trovano molto divertenti e riescono a memorizzarle con facilità. Interiorizzano così i concetti espressi e imparano nuove parole. Ma le opere dello scrittore americano non sono solo ritmo e fantasia: i personaggi inverosimili e un po’ strambi, come gli Snicci e il gatto con il cappello, affrontano temi difficili, come il rispetto ambientale, la folle corsa agli armamenti, l’adozione, la fedeltà alla parola data, la tutela delle minoranze e dei loro diritti, mostrando come spesso gli adulti abbiano difficoltà ad andare oltre la realtà e rimangano troppo ancorati nelle proprie posizioni. Proprio come successe ai Rax dell’omonimo libro, due esseri pelosi che passarono la vita a litigare su chi avrebbe dovuto cedere per primo il passo all’altro (“È ovvio che il mondo lì non si fermò / e dopo due anni una strada arrivò / che corre al di sopra di quei due testoni / ancora lì immobili nelle lor posizioni). Le sue filastrocche sono, quindi, solo apparentemente prive di senso, e ci insegnano a guardare la vita da ogni angolazione, con umorismo, delicatezza e fantasia!

Forse è anche questo il motivo dell’enorme successo dei suoi libri (quasi 300 milioni di copie vendute!), un successo che ha avuto il suo riconoscimento nel 1984 quando Seuss venne insignito del premio Pulitzer “per il suo contributo di quasi mezzo secolo all’educazione e al divertimento dei bambini americani e dei loro genitori”.

Il vero successo del dottor Seuss nel mondo si deve, però, al cinema e alla TV: tanti sono i lavori dello scrittore adattati per il grande schermo, come il cartone “Ortone e il mondo dei Chi”, tratto dal libro “Horton hears a who” che narra la storia dell’elefante Ortone, chiamato dal destino a proteggere il popolo dei Chi, insediato su un granello di polvere di un fiore. Ma è sicuramente “Il Grinch” ad essere considerata la migliore opera dello scrittore e adattata in undici special televisivi, tre lungometraggi e un musical di Broadway. Il Grinch è oggi considerato, specialmente nei Paesi di origine anglosassone, un personaggio tradizionale del Natale, e i mass media si riferiscono “al Grinch” quando il periodo di festa viene rovinato da atti vandalici o furti.

Questo libro, come gli altri di Seuss, può essere un regalo utile per i più piccoli da leggere insieme per divertirsi e ridere.

Le favole del Dott. Seuss sono le protagoniste anche delle letture animate in lingua inglese, organizzate e promosse dalla scuola The Victoria Company di Jesi (nella foto), per i bambini da 3 ai 6 anni e dai 7 ai 12 anni.

Per informazioni sui prossimi appuntamenti rivolgersi a The Victoria Company.

 

A cura di Silvia Piangerelli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.