Liberazione dell'abside di San Nicolò, una questione da approfondire | | Password Magazine
Lulù  

Liberazione dell’abside di San Nicolò, una questione da approfondire

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Il presidente del Consiglio comunale Daniele Massaccesi invia una lettera al Sindaco, esprimendo le proprie considerazioni circa il progetto di riqualificazione di Piazza Pergolesi che prevede fra l’altro anche l’arretramento del monumento di G.B. Pergolesi, sollevando la richiesta di Referendum da parte di un Comitato di cittadini contrario a tale scelta. “Personalmente concordo sul progetto – scrive il presidente Massaccesi – Ritengo che l’Amministrazione comunale sia pienamente legittimata a proseguire e capace di farlo senza sottrarre risorse alla città e alla manutenzione ordinaria, come maldestramente o strumentalmente è stato invece detto, approfittando di fondi a ciò destinati, non comunali, che altrimenti sarebbero inutilizzabili”. Apprezzamenti sulla scelta dell’Amministrazione comunale di sospendere i lavori fino alla dichiarazione di ammissibilità del referendum e che lo abbia fatto “non sull’onda di improvvisate emozioni o di facili strumentalizzazioni” ma soltanto una volta “completato il doveroso accertamento della tecnicalità della sospensione dei lavori, senza conseguenze economiche e possibili richieste risarcitorie formulabili dalle ditte interessate al progetto o da terzi”. Inoltre, “in nome di quel rispetto e dell’amore della Città”, il presidente Massaccesi fa un’ulteriore richiesta: “di approfittare di questo periodo di tempo per una valutazione piena sull’opportunità e/o possibilità di considerare e di approfondire, sempre nell’ottica di quel progetto di riqualificazione, anche alcune questioni che sono state sollevate da più parti, di ottimizzare dove e se possibile le previsioni di quel progetto coinvolgendo e considerando in qualche modo aspetti ed elementi finora non direttamente coinvolti ma pure presenti in Piazza, sì da poter prevenire, nei mesi che saranno necessari, ad una riqualificazione non solo maggiormente condivisa ma anche più profonda e più coinvolgente”.

Tra le questioni sollevate negli ultimi mesi da varie parti, in special modo dal Comitato Nessuno Tocchi Pergolesi, c’è sicuramente la richiesta di liberare l‘abside dalla chiesa di San Nicolò, attualmente incastrato all’interno dell’edificio ex convento delle Giuseppine attaccato alla chiesa.

I primi commenti alla lettera del presidente del Consiglio comunale arrivano proprio dal suddetto Comitato:

“Il presidente del consiglio comunale Daniele Massaccesi pare convinto che il problema della liberazione dell’abside di san Nicolò, la cui soluzione è stata garantita nel passato, durante la propaganda elettorale nelle ultime elezioni amministrative, da tutti i candidati, è un problema che va ripreso e tenuto ben presente – sono le parole – Pare di leggere dalle sue parole che trattasi di un’iniziativa che non va abbandonata tanto più che il palazzo delle ex Giuseppine rimane del tutto inutilizzato e inutilizzabile. Possibile allora che non si possa fare qualche cosa per dare un respiro di un paio di metri all’abside del nostro più antico monumento architettonico?”. E aggiunge: “Fa piacere che l’avv. Massaccesi, al di là di espressioni poco comprensibili, abbia fatto propria un’esigenza così sentita da tutta la cittadinanza. E non da oggi! E se la possibilità di portare a termine il progetto dovrà costringerci a soprassedere ai lavoro di trasferimento del monumento Pergolesi, tuttora sospesi,  nessun problema… Anzi!”.

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.