Libri: Giancarlo Trapanese presenta a Jesi "Madre Vendetta" | Password Magazine
Festival Pergolesi

Libri: Giancarlo Trapanese presenta a Jesi "Madre Vendetta"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

Venerdì alle ore 21, presso il ristorante Calice di Stelle, il giornalista e scrittore Giancarlo Trapanese presenterà il suo nuovo libro, “Madre Vendetta”.

Madre Vendetta – Storia di un perdono impossibile è un romanzo che affronta il tema delicato della violenza sulle donne, ponendo l’accento sul contrasto tra amore e odio, giustizia e vendetta, pietà e perdono. Fulcro della narrazione, i sentimenti di una madre che non perdona l’assassino di sua figlia il quale, dopo una pena abbreviata, si ricostruisce una vita.

Seguirà un momento di dibattito e di approfondimento con la dott.ssa Milva Magnani, psicologa clinica e sessuologa, e il dott. Tommaso Rossi, avvocato penalista del foro di Ancona.

MADRE VENDETTA – “Un giovane è investito nella notte da un’auto pirata nei pressi di Bertinoro. Sembrerebbe uno dei tanti casi di cronaca, ma la vittima è un ex detenuto, appena uscito dal carcere dopo aver scontato tredici anni per aver strangolato la fidanzata diciannovenne. Giorgio Catanese, giornalista televisivo, segue le indagini che portano a sospettare della madre e del fratello della giovane uccisa, che si autoaccusano del tentato omicidio forse per scagionarsi l’un l’altro. Ma “l’investigatore” approfondisce la vicenda, cercando di penetrare il dramma personale che ciascuno dei protagonisti, a suo modo, sta vivendo. Il racconto prende la mosse da uno dei tanti fatti di cronaca realmente accaduti e si svolge sul doppio piano narrativo del presente e dei flashback sull’amore intenso e inquieto di due giovani come tanti, sfociato però in un dramma atroce. A cornice, paesaggi e personaggi indimenticabili di uno straordinario paese romagnolo”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.