L'Interporto, motore di crescita e sviluppo per la città | | Password Magazine

L’Interporto, motore di crescita e sviluppo per la città

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Incontro partecipato al palazzo dei Convegni ieri pomeriggio, organizzato dal Pd Jesino, dove il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ed altri esponenti hanno illustrato la situazione dell’Interporto Marche sino ad oggi. Intervenuto, tra gli ospiti, il sindaco Massimo Bacci il quale ha evidenziato le criticità della struttura negli anni ma si è arrivati finalmente ad un punto in cui si sta riuscendo a mettere in moto un processo di avviamento significativo dell’interporto. Il Comune di Jesi è dunque interessato a questa infrastruttura e disponibile a supportare le iniziative della Regione affinché la società sia del tutto operativa. Ha preso parte al dibattito anche il segretario del PD cittadino Stefano Bornigia, l’assessore regionale alle Attività produttive Manuela Bora Enzo Giancarli, consigliere regionale, il quale ha spiegato come l’Interporto sia riconosciuto come una società regionale indispensabile che, una volta raggiunta la sua completa funzionalità, farà da interscambio modale tra le diverse modalità di trasporto. “L’Interporto – ha detto Giancarli – favorisce la sostenibilità del trasporto e della logistica con il fine di promuovere l’economia marchigiana”. Intervenuto, infine, Luca Ceriscioli che ha evidenziato come le Marche siano fortunate ad avere tre grandi strutture per lo scambio merci vicine tra loro, il porto che ha assunto un ruolo importante e strategico, l’aereoporto che tra giugno e luglio sarà acquisito da una società che estinguerà tutti i debiti pregressi ed infine l’interporto in cui, attraverso l’ultimo accordo con RFI, è stato portato a termine la stazione per lo scalo merci. “L’importante oggi è attivare tutte le funzionalità per far sì che gli investimenti fatti sino ad ora siano stati efficaci – prosegue Ceriscioli – e si parla di 8 milioni di euro solo per il completamento dello scalo ferroviario. Molto importante come l’Asur abbia acquistato un’area dell’Interporto per la logistica del farmaco. Dopo l’acquisto molti altri grandi operatori privati stanno guardando Jesi per fare investimenti nel territorio in quanto molto apprezzato dal punto di vista logistico”. L’Interporto oltre ad essere una grande opportunità per la Regione Marche ha dunque valenza anche nella comunità di Jesi portando così una crescita economica nel territorio e nuovi posti di lavoro: “Questo lungo percorso ha provocato dispiaceri e rassegnazioni – conclude Ceriscioli – ma ora ha la capacità di aver trasformato una situazione che peggiorava a vista d’occhio in una grande opportunità”.
A cura di Emanuel Santoni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.