Liomatic, parziale ottimismo dopo l’incontro in Regione. | Password Magazine

Festival Pergolesi

Liomatic, parziale ottimismo dopo l’incontro in Regione.

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI- Si sono trovati questa mattina davanti la sede della Regione Marche i lavoratori della Liomatic di Jesi, che vedono il loro posto di lavoro a rischio dopo l’annuncio di chiusura del sito, con conseguente dislocazione dei dipendenti in altri siti, da parte dell’azienda.

I lavoratori si sono trovati davanti il palazzo della Regione perché li proprio in quei momenti avveniva l’incontro tra le parti sindacali e l’azienda alla presenza fra gli altri anche dell’assessore regionale al lavoro Stefano Aguzzi.

«Ho ascoltato a lungo le rimostranze di entrambe le parti – dichiara l’assessore fanese –  le posizioni sono ancora lontane ma possono esserci le condizioni per sedersi di nuovo ad un tavolo e riprendere le trattative.

In particolare – spiega Aguzzi – su alcuni argomenti: affrontare e lenire nel miglior modo possibile i disagi dei dipendenti che dovranno spostarsi verso altre sedi, valutando anche le singole situazioni e maggiori ristori economici a chi non potrà accettare il trasferimento dalla sede di Jesi e sarà costretto a lasciare il posto di lavoro».

Parziale soddisfazione emerge anche dalle dichiarazioni del segretario generale Filcams Cgil Ancona, Carlo Cotichelli che annuncia che le rappresentanze sindacali hanno sospeso le iniziative di mobilitazione e auspicano che l’azienda cambi posizione per raggiungere una reale soluzione.

«Al termine di un lungo confronto- si legge in una nota della Filcams Cgil- sebbene le parti siano ancora lontane, abbiamo accolto l’invito della regione a riprendere le trattative con l’azienda».

Sia la regione che la Filcams Cgil fanno sapere che il prossimo incontro tra le parti sarà mercoledì 23 febbraio.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.