«Live, non è la Quaglieri», la parodia della D'Urso conquista il web | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

«Live, non è la Quaglieri», la parodia della D’Urso conquista il web

L'attrice jesina Federica Quaglieri si è lanciata in una parodia della trasmissione della D'Urso, riscuotendo successo dal pubblico

JESI – La quarantena affrontata con creatività e un pizzico di ironia. É il lockdown vissuto da Federica Quaglieri, attrice jesina, che con la sua comicità ha intrattenuto il vasto pubblico del web con la parodia della trasmissione TV Live, condotta da Barbara D’Urso. Un appuntamento fisso quello con LIVE – Non è la Quaglieri, dal lunedì al venerdì alle 18 sui canali social dell’attrice che, con la sua simpatia, è riuscita a strappare a tutti un sorriso durante i due mesi di fase 1. Quaranta puntate per 9 personaggi che hanno saputo far ridere, intrattenere, sdrammatizzare in un periodo difficile: ad interpretarli sempre lei, Federica, che si è anche lanciata anche in un’imitazione bonaria della conduttrice Mediaset. C’era poi Livia, la teenager, Adalgisa, la piscoterapeuta, Rosa, casalinga anziana del sud,  Lucia, una prostituta di Cingoli e così via: ogni personaggio rappresentava una categoria sociale, ciascuna chiamata a rispondere all’emergenza Covid. «Tutto è nato da un baule che avevo in fondo al letto, pieno di parrucche – racconta Federica -. Da lì si è accesa la scintilla della creatività: ho pensato che le persone potessero aver bisogno di un po’ di leggerezza. Ne avevo bisogno io stessa mentre assistevo impotente alla cancellazione di tutte le date dei miei spettacoli per la pandemia». Il risultato è stato una pillola quotidiana di allegria lanciata su tutti i social che ha divertito non solo il pubblico ma anche l’attrice stessa: «Credo che Live – Non è la Quaglieri abbia aiutato sia me che il pubblico a superare il momento – racconta -. Ogni giorno dedicavo quattro ore per realizzare la puntata: mi sono ritrovata a fare da autrice, regista, sceneggiatrice, truccatrice, interprete e addetta al montaggio: è stato faticoso!». Ci sono stati attimi in cui Federica temeva di non farcela: «La mia però era una promessa artistica fatta al pubblico del web, che mi aveva scelta, e sono andata avanti – aggiunge – Per me dopotutto l’arte deve essere a servizio delle persone».  Nella parodia, sempre presente con un atteso contributo pubblicitario, il grande colosso cinese che finanziava – ovviamente in chiave scherzosa – la trasmissione: «Ho immaginato che la Cina, da cui l’intera emergenza era nata, alla fine ci avrebbe salvato – spiega la Quaglieri -. Girare l’ultima puntata è stato triste ma comunque era necessario mettere un punto. Il format era nato per intrattenere durante la quarantena e proseguendo avrei rovinato tutto il lavoro». L’attrice pensa già a un futuro con i suoi personaggi di cui ammette di sentire la mancanza: «Dopo l’ultima puntata, sono iniziate ad arrivare numerose soddisfazioni. Il pubblico riconosce in me il talento, interagisce, mi racconta le sue emozioni attraverso la rete e questo suo abbraccio virtuale continua a darmi una gioia incommensurabile».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.