Lo jesino Enrico Fulgenzi a Montecarlo per la Porsche Mobil 1 Supercup | Password Magazine

Lo jesino Enrico Fulgenzi a Montecarlo per la Porsche Mobil 1 Supercup

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Archiviata la gara inaugurale della Porsche Mobil 1 Supercup di Barcellona, lo jesino Enrico Fulgenzi è pronto a fare il suo debutto a Montecarlo i prossimi 24 e 25 maggio. Dopo la bella rimonta che lo ha visto protagonista sul circuito catalano, Enrico Fulgenzi scopre le affascinanti stradine del Principato di Monaco.

Lo Jesino in forza alla MOMO-Megatron a Barcellona ha vissuto un weekend travagliato, che lo ha costretto a dover risalire dal fondo dello schieramento fino alla 14esima piazza, risultato incoraggiante in vista dell’appuntamento monegasco di contorno alla Formula 1.
Un’occasione importante per accrescere il feeling con la Porsche 911 GT3 Cup Type 991 e con il giovane team alla prima esperienza in una serie di prestigio come quella della Porsche Mobil 1 Supercup, fattore che tra i guard-rail ed i muretti di Monaco renderà ancora più spettacolare ed impegnativo il weekend di gara.
Il programma prevede le prove libere giovedì pomeriggio, mentre il turno di qualifiche da 30 minuti si disputerà venerdì alle 9:45 e sarà valido a costruire la griglia di partenza della gara, che scatterà alle 9:45 di domenica. La sessione di prove libere e la qualifying session saranno trasmesse in diretta da Sky Sport F1, mentre la gara sarà visibile anche su Eurosport.

Enrico Fulgenzi: “Correre a Montecarlo è un’emozione credo impagabile, rappresenta una di quelle opportunità che ti capita una volta nella vita e non sai se un giorno riaccadrà. Inoltre nel Principato di Monaco il contorno glamour regalato dalla Formula 1 assume dimensioni tali da darti una marcia in più, sono davvero emozionato e non vedo l’ora di saltare in macchina. È un tracciato sul quale non ho mai corso, ma del quale conosco tutte le insidie riservate dai muretti e dai guard-rail che non lasciano spazio ad errori. Bisogna essere veloci e precisi ed è importante sfruttare il turno di prove libere per prendere tutti i riferimenti, per poi tentare di stare quanto più avanti possibile in qualifica. Come me, anche il team è al debutto in questo campionato e ciò rende tutto più difficile, soprattutto su una pista impegnativa come quella di Monaco, ma stiamo lavorando tanto e continueremo a farlo. Vengo da una gara molto difficile a Barcellona, che mi ha lasciato comunque soddisfatto nonostante il risultato: a causa di un problema e di una penalità sono partito dal fondo della griglia, ma ho rimontato fino al 14esimo posto, segno che la base di partenza non è affatto male. Siamo consapevoli che c’è ancora tanto da fare, ma siamo ottimisti e vogliosi di far bene”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.