Lo spettacolo finale degli alunni della scuola primaria di Monte Roberto | | Password Magazine

Lo spettacolo finale degli alunni della scuola primaria di Monte Roberto

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MONTE ROBERTO – Il Piccolo Principe è sicuramente una delle storie più tenere e intense che siano mai state scritte: è diventato per la gente di tutto il mondo l’emblema della generosità al servizio degli altri, dell’amicizia, della solidarietà e della voglia di veder nascere un mondo migliore, più giusto, più equo, più sano, più pulito. Con questo spirito i bambini delle classi 5° A e B della Scuola Primaria dell’ Istituto Comprensivo dell’Istituto comprensivo di Monte Roberto, lunedì 30 maggio hanno portato in scena la rappresentazione de “IL Piccolo Principe” presso la sala Polivalente di Pianello Vallesina. Lo spettacolo è stato realizzato a conclusione del progetto lettura svolto nel corso dell’anno scolastico ed è stato anche l’occasione per ricordare cinque anni di scuola primaria ormai trascorsi. Le insegnanti hanno voluto dare un taglio particolare cercando di tradurre le vicende e gli insegnamenti del Piccolo Principe nel quotidiano, per stimolare nei bambini e negli adulti spettatori delle riflessioni sui grandi temi affrontati. Così l’astronomo turco, che nella narrazione di Saint- Exupery aveva avvistato l’asteroide B612 ma nessuno lo aveva creduto finché non gli era stato imposto di fare la dimostrazione vestendo all’europea, è stata l’occasione per valorizzare la multiculturalità degli alunni. Sulle note de “Il mondo che vorrei” di Laura Pausini ,un grande mappamondo gonfiabile è volato di mano in mano tra i bambini stranieri inseriti nelle classi e vestiti con i costumi tipici dei loro paesi di provenienza: i bambini non hanno nessuna forma di pregiudizio nei confronti della diversità. Anche gli altri personaggi come il re, l’ubriaco, l’uomo d’affari, il vanitoso…sono stati portati in scena con una doppia sfaccettatura. L’uomo d’affari con la sua espressione severa,attualizzato in un moderno investitore di borsa tutto preso dalle cifre e dagli impegni .Un gruppo di bambine ha invitato gli spettatori a “Sorridere sempre”con un balletto a tema sulla canzone di Renato Zero. Altri balletti, realizzati autonomamente dai bambini,e canti, hanno arricchito la rappresentazione creando momenti veramente intensi ed emozionanti. I canti e pezzi eseguiti con il flauto sono stati curati dalla prof.ssa Tiziana Marfisi,docente dell’indirizzo musicale dell’Istituto che collabora da anni con la Primaria in un progetto musica. Gli alunni sono riusciti a commuovere anche la Dirigente Scolastica prof.ssa Maria Luisa Cascetti ,che alla fine ha consegnato loro i diplomi di Scuola Primaria. Le insegnanti hanno espresso soddisfazione in quanto gli “attori”sono stati davvero bravi e il risultato ha superato le aspettative.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.