Lo striscione al Carlo Urbani di Jesi: «Voi come noi non mollate mai» | Password Magazine
Lulù  

Lo striscione al Carlo Urbani di Jesi: «Voi come noi non mollate mai»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – «Voi come noi non mollate mai»: così recita lo striscione degli Ultras apparso all’ospedale Carlo Urbani di Jesi. Già lo scorso anno, parole di conforto e di incoraggiamento rivolte ai sanitari erano apparse sulle pareti del nosocomio cittadino durante il lockdown. Il nuovo cartellone è spuntato nel week end ed è subito stato notato da chi andava a lavoro, ad affrontare in corsia il nemico invisibile. Tra questi c’è Catia Badiali, tecnico di Radiologia: «Ore 7,50 arrivo in ospedale e vedo questo cartello appeso alla scalinata d’ingresso – scrive sui social -. Sono in macchina e scoppio in lacrime. L’emotività è alta, la stanchezza pure e l’emozione esce impetuosa». E poi un pensiero: «Aiutateci a non mollare – è il suo appello – Aiutateci con comportamenti corretti e responsabili. Aiutateci educando e testimoniando ai giovani a rispettare le regole. Troppe persone hanno contratto il virus per la negligenza, il menefreghismo, l’irresponsabilità di altri. Aiutateci pregando per noi affinché il Signore ci doni la forza necessaria per non mollare, per non cedere emotivamente e fisicamente. Aiutateci perché nessuno si salva da solo».
Secondo il report regionale quotidiano sono 461 i casi positivi al covid accertati a Jesi, 1084 i quarantenati.
Tra i decessi comunicati ieri dal Servizio sanità regionale c’è anche uno jesino di 68 anni venuto a mancare all’ospedale di Pesaro senza patologie pregresse.

 

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.