Lotti di oliveto da assegnare, l’adozione in cambio della raccolta olive

MOIE –  Nuovo bando per l’assegnazione, finalizzata alla raccolta, di lotti di oliveto di proprietà comunale. L’Amministrazione comunale ha deciso, in esecuzione della deliberazione dellla Giunta comunale dell’11 aprile scorso, di affidare ai cittadini che ne facciano richiesta la raccolta delle olive nei parchi e nei terreni pubblici. Si tratta del secondo bando di questo progetto, avviato alla fine del 2015. Il nuovo avviso, che scade alle ore 13 del 30 aprile prossimo, avrà anch’esso una durata di 3 anni, fino al 31 dicembre del 2021.

Si tratta di una sorta di “adozione” delle piante di olivo. L’iniziativa è rivolta a privati, residenti nel comune di Maiolati Spontini, che potranno raccogliere le olive ma si dovranno impegnare, quale contropartita, a garantire la potatura e il mantenimento delle piante per un periodo, appunto, di tre anni. I lotti da assegnare sono uno a Maiolati Spontini, fra il parco Colle Celeste e il parcheggio del Teatro comunale, comprendente 28 piante, e due a Moie, al parco Borsellino (11 piante), al parco della Solidarietà (22 piante).

Nel bando si precisano il periodo e le modalità della potatura, in modo da preservare al meglio gli ulivi. È scritto, ad esempio, che il taglio dei rami “dovrà avvenire in modo da conferire alla pianta un aspetto armonico ed equilibrato” e che “dovranno essere evitati tagli di rami di grande diametro, che possano compromettere l’assetto delle impalcature e, conseguentemente, l’equilibrio statico e vegetale delle piante”. Insomma, un’attenzione alla manutenzione delle piante che è in linea con lo spirito alla base del bando, ossia il rispetto dell’ambiente e la ricerca di un connubio fra uomo e natura capace di rendere migliore la qualità della vita. L’Amministrazione comunale si riserva la “facoltà insindacabile di revocare la concessione, con avviso da notificarsi entro il 30 agosto di ciascun anno, qualora accerti il mancato rispetto da parte del concessionario degli obblighi indicati”.

Gli interessati possono presentare all’Ufficio tecnico del Comune la domanda di assegnazione, con allegata la fotocopia di un documento di identità, entro le ore 13 del 30 aprile. Nel caso le richieste pervenute siano superiori al numero dei lotti a disposizione, l’assegnazione avverrà dando la precedenza a disoccupati iscritti nelle liste di collocamento e a pensionati, e in caso di parità di condizioni anche in base all’ordine di arrivo al protocollo comunale della domanda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*