Lucaboni (FI) parla al futuro: "Ecco la Jesi che verrà"

JESI – Il coordinatore cittadino di Forza Italia Massimiliano Lucaboni torna a parlare di sicurezza dopo la notizia del furto recentemente avvenuto nei locali di manutenzione di Jesi, per un danno di circa 2000 euro.

“Speriamo che ora che sono arrivati anche nella massima sede istituzionale cittadina si continui a ragionare sulla nostra proposta di affidare la sicurezza della città e dei cittadini non tanto a telecamere varie ma alle gambe e alla testa della gente – scrive sui social – Aiutare le forze dell’ordine con agenti della polizia municipale anche di notte, tutta la notte, sarebbe un bell’inizio. Ma una domanda mi sorge spontanea: perché silenzio assoluto sulla notizia da parte dell’amministrazione?”.

“Ecco la Jesi che verrà” esclama infine, con una sottile provocazione: di futuro si è molto parlato in questa settimana dopo la promozione e diffusione, da parte dell’Amministrazione comunale, di questionari per raccogliere idee e proposte tra i cittadini sulla Jesi da progettare negli anni prossimi che verranno.

Lucaboni torna sul futuro anche in una nota stampa, a proposito dei lavori al parcheggio Zannoni. Secondo quanto dichiarato dal coordinatore cittadino di Forza Italia, il Comune in questi giorni avrebbe svolto le selezioni dei cantonieri da assumere per il contratto a 9 mesi, effettuate – a detta di chi via ha partecipato – “in modo superfluo e senza alcuna competenza sulle questioni del lavoro da svolgere”. Scrive Lucaboni: “A presiedere la Commissione che si occupava delle prove una signora che di carpenteria ne conosce sì e no come il sottoscritto di astronautica, tant’è che una persona diplomata alla scuola edile con partente di guida per i camion con pratica sull’utilizzo del BOB, macchina scavatrice di piccole dimensioni per piccoli lavori di manutenzione, con anni di esperienza sulle spalle, è stata bocciata dalla suddetta commissione perché aveva a loro dire poca esperienza nella pratica del lavoro”.

E conclude:  “Che dire: non solo il parcheggio Zannoni rimarrà così com’è ma anche gli altri – e vi assicuro che siccome sono andato a vedere di persona i lavori fatti dai futuri cantonieri che saranno assunti – sarebbe meglio che così rimangano. Ecco la Jesi che verrà”.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*