Matt Cancelleria
Vai al Sito

Lucaboni (FI):"La Giunta si preoccupi della città non di preghiere in piazza"

JESI – Pubblichiamo la nota stampa inviata da Massimiliano Lucaboni , coordinatore cittadino di Forza Italia:

“Credo che quello a cui abbiamo assistito venerdì scorso, 24 giugno, a Jesi vada oltre ogni logica comprensione. Ora, pur ritenendo assolutamente legittimo che ognuno esprima liberamente il proprio credo, ritengo però giusto che ciò vada fatto nei rispettivi luoghi di culto. Quel cabaret andato in onda  sulla nostra piazza principale non serve a rinvigorire il proprio credo religioso ma è solo una spettacolarizzazione inutile, un ostentare fine a se stesso di  un qualcosa che per tradizione culturale, storica, e anche religiosa non ci appartiene minimamente.
Non riesco veramente a capire cosa l’amministrazione Bacci voglia dimostrare in questo modo. Allora perché in piazza non c’erano le comunità induista, buddista o di altre fedi religiose? perché questa esaltazione folle di una religione lontana da noi e a cui io non riconosco come cattolico e credente nessun imprimatur sulla nostra città.
Ma che si vuole dimostrare? Allora adesso in ogni piazza cominciamo a far pregare chiunque, occupando il suolo pubblico.
Le strade, le piazze,  di Jesi sono della comunità tutta non di una parte, fosse stata anche quella cattolica sola. Questi show tendono ancora a voler far apparire che questa comunità sia integrata con la nostra. Ma così non è. E lo sanno anche loro che educano i figli con regole che nulla hanno di occidentale, una comunità che non vuole farsi integrare.
E quindi basta con questi spettacoli inutili che poco danno e a poco servono. Se a questo aggiungiamo che il Prefetto ha detto che manderà nuovi stranieri in città e che il nostro Primo Cittadino ha detto sì senza batter ciglio, penso che in amministrazione comunale si è arrivati alla follia pura.
Ma dove li mettiamo i nuovi arrivati? Si è pensato all’impatto sociale che queste persone avranno sulla città? Già abbiamo quartieri ghetto, veramente vogliamo trasformare Jesi in un campo profughi a cielo aperto?
Insomma: ma di cosa parlano in Giunta a Jesi?
Si occupino dei tanti jesini in difficoltà altro che musulmani e preghiere in piazza”.

Massimiliano Lucaboni
Coordinatore Foza Italia – Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*