Lucaboni su sicurezza: "Servono risposte chiare e non proclami" | | Password Magazine

Lucaboni su sicurezza: “Servono risposte chiare e non proclami”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – “Ho letto quanto dichiarato da Bacci per quanto concerne il tema della sicurezza. Apprezzo che finalmente dopo cinque anni l’amministrazione comunale abbia cominciato a capire che la sicurezza non è solo una parola ma è un insieme di azioni da compiere per garantire il buon vivere civile”. Così Massimiliano Lucaboni, candidato sindaco Libera Azione Jesi, in una nota stampa: “Apprezzo allo stesso tempo che finalmente queste telecamere verranno collegate alla centrale della Polizia di Stato. Mi meraviglio solo che abbiamo dovuto insistere tanto perchè ciò accadesse. Non riesco a capire perchè non si voglia modificare il regolamento comunale affinchè anche la polizia municipale, di notte, possa coadiuvare le forze dell’ordine, sotto organico, nel controllo dl territorio, con funzioni, ovviamente solo di deterrenza”.

E ancora: “Mi ha colpito una cosa nell’intervento del Sindaco Bacci, non è stato toccato minimamente il tema dell’accoglienza migranti nella nostra città.
Mi chiedo quali i numeri reali di questi arrivi? Come mai in periodo elettorale sono stati sospesi a Jesi gli alloggiamenti nei vari condomini, che ricordo ormai in buona parte vedono la presenza di una famiglia o di un gruppo di richiedenti asilo o rifugiati? Perchè proprio ora e solo ora? Chi garantisce che, in caso di vittoria del Sindaco uscente, questa situazione non riprenda con arrivi molteplici e continui come prima del periodo elettorale? Perchè Bacci non ha accennato al fatto che esiste un accordo con la prefettura che impone sul nostro territorio un’accoglienza continua e incontrollata? Perchè non ha parlato di quegli aiuti sociali, dati dall’amministrazione, diretti solo a famiglie straniere? Ricordo la scuola e la mensa gratis per i figli di famiglie extracomunitarie, ricordo lavori socialmente utili affidati troppo spesso a persone straniere, per non parlare di alloggi popolari e non che come sopra descritto vedono ai primi posti solo famiglie straniere.
Qui Bacci non cambia rotta e la sua politica sociale è uguale a quella della sinistra. Ci vuole un cambio di marcia altrimenti i tanti progetti decantati seppur, e ho forti dubbi su questo, venissero mai realizzati lo sarebbero in tessuto sociale fortemente debilitato e conflittuale. Ci vogliono risposte chiare e non proclami, ci vogliono idee voglia e capacità di realizzarle e se dopo cinque anni questo non è accaduto , anzi, è andato deteriorando significa che è ora di cambiare squadra e allenatore”. 

Comunicato da: M.Lucaboni

Libera Azione Jesi – FI

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.