L'Unione Cuochi Marche interroga alla Lorenzini: "è buono... ma è fatto bene?" | Password Magazine
Festival Pergolesi

L’Unione Cuochi Marche interroga alla Lorenzini: “è buono… ma è fatto bene?”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Lunedì 3 febbraio la Scuola Secondaria di I° grado Lorenzini di Jesi ha aperto le porte al progetto “È buono…ma è fatto bene?”. Un’ampia squadra di chef, guidata da Simone Baleani dell’Unione regionale cuochi Marche, è passata dai fornelli alla cattedra per sensibilizzare gli alunni sui temi legati all’alimentazione. Lo scopo dell’iniziativa è far comprendere ai più giovani che gli alimenti più attraenti e buoni al palato non sono sempre anche i più sani. Durante l’incontro si è parlato dell’importanza della stagionalità e della territorialità dei prodotti, del cibo inteso come custode di memoria e tradizione. Gli chef hanno guidato gli alunni in una lezione interattiva alla scoperta di alimenti e buone pratiche, verso una maggiore consapevolezza nel consumo e nell’acquisto del cibo che quotidianamente giunge sulle loro tavole.

Una grande attenzione è stata riservata all’importanza della lettura delle etichette poste sui cibi confezionati, alla provenienza delle materie prime e alla scoperta dei tesori alimentari della nostra regione. L’incontro è terminato con una merenda a base di pane e olio extra vergine di oliva marchigiano Igp e con l’omaggio di un ricettario creato dall’Unione regionale cuochi, contenente gustose ricette che invitano alla scelta di materie prime del nostro territorio, fresche e stagionali. Gli alunni delle classi seconde dell’istituto hanno risposto con grande entusiasmo all’iniziativa, che ha stimolato la loro curiosità e il loro interesse verso i temi dell’alimentazione e del consumo responsabile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.