Maciste torna in cucina per Caritas: «Solidarietà in un momento difficile per tutti». | Password Magazine

Maciste torna in cucina per Caritas: «Solidarietà in un momento difficile per tutti».

Il ristoratore sogna quando potrà riaprire il suo locale.

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Stefano Marzi, detto “Maciste”, fa il bis alla Caritas. Il titolare del ristorante Mac Iste’s di Castelplanio è tornato per la seconda volta dietro ai fornelli della mensa diocesana che ogni giorno sforna 40-50 pasti, a pranzo e a cena, per le persone in difficoltà. Dopo la ricetta dei suoi maccheroncini al fumé, oggi ha portato le penne all’arrabbiata con olive.

173125121_287696812858274_7959834310449286537_n «Per me è un piacere poter dare una mano, mi sono già accordato per tornare ancora  – racconta Maciste -. In questo momento c’è tanta desolazione, tristezza, per il momento difficile che stiamo vivendo».

172683850_1109949509509384_2018768318764300515_n

«In tanti sono venuti a chiedere il pane quotidiano, anche italiani: c’è davvero bisogno di dare un po’ di calore a chi ne ha bisogno. Questo per me è il vero reddito cittadinanza: quando cucino per la Caritas mi sento umanamente migliore, so che sto facendo qualcosa con il cuore». Solidarietà dal ristoratore in un periodo di grande sofferenza, anche per la sua categoria: «Si tira avanti con l’asporto, nella speranza che presto si ricominci a lavorare – dice -. L’idea è di organizzare una bella festa nel mio locale, dove tutti potranno venire per riabbracciarsi e mangiare insieme».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.