Maiolati, Casa di Riposo. «Umanità e professionalità hanno garantito la sicurezza» | Password Magazine
Festival Pergolesi

Maiolati, Casa di Riposo. «Umanità e professionalità hanno garantito la sicurezza»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MAIOLATI SPONTINI – «L’umanità e la professionalità del personale della cooperativa hanno contribuito a garantire la sicurezza degli ospiti della Casa di riposo. Una sinergia, con la reggenza della Fondazione Gaspare Spontini, che ha tutelato gli anziani, in una struttura rimasta esente dal contagio da Coronavirus». Lo ha detto il sindaco Tiziano Consoli ieri, all’assemblea annuale dei soci della cooperativa AssCoop, Società Cooperativa Sociale Impresa Sociale, che lavora anche alla Casa di riposo di Maiolati Spontini. Il primo cittadino, nel portare il saluto dell’Amministrazione comunale, che gestisce la struttura per anziani insieme con la Fondazione Gaspare Spontini, di cui è presidente Ivano Zamporlini, ha elogiato il lavoro degli operatori, che hanno dimostrato non solo capacità professionali ma anche una particolare sensibilità e umanità, «fattori – ha detto il sindaco – che hanno contribuito ad affrontare al meglio ed alleviare le conseguenze della difficile situazione sanitaria, sia per gli ospiti che per le famiglie, nel periodo dell’emergenza da Coronavirus».

L’assemblea si è svolta venerdì 24 luglio nel Teatro Spontini e ha visto anche l’intervento del presidente dell’AssCoop, Franco de Felice. Nella sua introduzione, si è soffermato sugli ultimi mesi, a partire a marzo, quando l’emergenza sanitaria ha chiesto alle strutture socio-sanitaria di rivedere tante modalità di lavoro. 

Il sindaco Consoli, ricordando come «da oltre venti anni ci sia una collaborazione tra AssCoop e casa di riposo», ha ribadito il suo grazie al presidente Franco De Felice e ai soci «per come hanno saputo gestire questi mesi di emergenza sanitaria».

Il presidente della Fondazione Spontini Zamporlini ha sottolineato come «grazie alla collaborazione stretta con i dipendenti della cooperativa AssCoop siamo riusciti ad essere struttura Covid-free. Speriamo di poter tornare entro l’anno nella sede storica di via Spontini dopo aver completato il consolidamento sismico e aver effettuato delle migliorie. Grazie anche da parte dei familiari degli ospiti che hanno apprezzato la disponibilità di tutto il personale impegnato nell’assistenza socio-sanitaria».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.