Maiolati, cerimonia per la cittadinanza italiana per tre residenti stranieri | Password Magazine

Maiolati, cerimonia per la cittadinanza italiana per tre residenti stranieri

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Alam Noor con il sindaco Tiziano Consoli

MAIOLATI SPONTINI – Hanno pronunciato la formula Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato” ieri pomeriggio (18 febbraio), nella Delegazione comunale di Moie, davanti al sindaco Tiziano Consoli, e sono tornati a casa portando con sé l’emozione di essere diventati cittadini italiani, e con in tasca una copia della Costituzione, una pergamena con il giuramento, il testo dell’Inno di Mameli e il Tricolore, consegnati loro dal sindaco come ricordo di questo momento speciale. 

I tre neo cittadini italiani sono Leisan Izmailova, 46 anni, proveniente dalla Federazione Russa, Alam Noor, anche lui 46enne, del Bangladesh, e Lindita Limani, una ragazza 24enne della Macedonia. La prima ha ottenuto la cittadinanza per matrimonio, gli altri due per essere residenti da almeno dieci anni. Alla cerimonia era presente anche l’ufficiale dello Stato civile Cinzia Ferretti. 

In questo 2021 sono già quattro le cittadinanze ottenute dagli stranieri residenti a Maiolati Spontini. Il primo è stato un ragazzo del Bangladesh, che è diventato cittadino italiano attraverso l’attestazione emessa dal sindaco l’8 gennaio scorso. Ha acquistato lo status in quanto figlio minorenne di una persona che ha ottenuto la cittadinanza italiana nell’anno appena trascorso. 

Nel 2020 sono stati 30 gli stranieri residenti diventati cittadine e cittadini italiani. Per quanto riguarda la nazionalità di origine, sette provenivano dal Bangladesh, sette dalla Repubblica di Macedonia, cinque dalla Tunisia, quattro dalla Romania, quattro dal Marocco, uno rispettivamente dalla Repubblica Democratica del Congo, dalla Nigeria e dalla Moldavia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.