Maiolati Spontini si candida per ospitare il nuovo impianto rifiuti da spazzamento

MOIE – La disponibilità alla candidatura per ospitare l’impianto di trattamento dei rifiuti da spazzamento è frutto di un percorso che ha coinvolto anche la minoranza, tramite due riunioni della Commissione Ambiente e Territorio, ed è in linea con quanto previsto nel programma elettorale grazie al quale “Insieme per i cittadini” ha vinto le elezioni amministrative. Una disponibilità, quella del Comune, finalizzata anche a valutare eventuali e fattive opportunità di ricollocazione del personale Sogenus. Sono gli argomenti con cui il sindaco Tiziano Consoli ribatte alle accuse del gruppo all’opposizione Percorso civico. La minoranza, infatti, aveva accusato l’Amministrazione di aver presentato la candidatura «nel silenzio più totale», «niente commissione territorio e ambiente, nessuna conferenza dei capigruppo, nessun comunicato istituzionale».

«L’Amministrazione – sottolinea il primo cittadino – non ha fatto altro che dare seguito al programma elettorale grazie al quale si prevede lo sviluppo di nuove proposte sull’economia circolare tra cui rientra l’impianto di recupero di materiale da spazzamento stradale. L’Amministratore comunale ha indetto due riunioni della Commissione Ambiente e Territorio, una lo scorso 4 ottobre, e un’altra il 18 ottobre, quest’ultima con il presidente della Provincia, dell’Ata e dei consiglieri di maggioranza e minoranza, nella quale sono state affrontati i diversi aspetti dell’impianto di spazzamento in maniera più che approfondita. Tra l’altro la candidatura all’impianto era stata formalizzata all’Ata nella lettera predisposta dalla precedente Amministrazione comunale. I Comitati a difesa della salute hanno chiesto un incontro informale al sindaco per chiarire le delibere riguardanti la problematica attinente la variazione del quadro tecnico-economico per le coperture di terreno degli ultimi due lotti considerati nei progetti di variante del 2014».

L’Amministrazione comunale «continua il suo impegno a perseguire gli obiettivi pur consapevole delle criticità e delle difficoltà finanziarie ereditate, e di cui la consigliera Bini dovrebbe essere a conoscenza. Una situazione, quella frutto della precedente gestione delle casse comunali, su cui evidentemente fa comodo far calare un velo di silenzio. Il nostro impegno è quello di lavorare per risollevare le sorti finanziare di questo Comune».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.