Maltempo, soccorsi all’opera per gestire le tante criticità

JESI – Maltempo, gli operai del Comune e di ditte private sono impegnati a liberare strade e marciapiedi da alberi e rami ed a mettere in sicurezza le vie dove vi sono piante pericolanti.
Sarà una operazione lunga e impegnativa perché le segnalazioni sono numerose.
«Si invita alla massima prudenza alla guida e a prestare attenzione alla segnaletica relativa a strade chiuse o con lavori in corso – fa sapere il Comune -. La Polizia locale è operativa con più pattuglie per garantire la sicurezza stradale».

Da ieri, è pienamente operativa la macchina di protezione civile dopo il violento temporale del tardo pomeriggio accompagnato da forti raffiche di vento.

Viale del Lavoro, tettoia divelta

Aperto presso il comando di Polizia locale il Centro operativo comunale per far fronte alle varie emergenze, con tutti gli operai richiamati in servizio e supportati dal personale di quattro ditte private per rimuovere decine e decine di alberi o rami caduti che stanno ostruendo numerose strade. Danneggiati anche tetti, cartelli stradali e segnaletica. Ai giardini pubblici di viale Cavallotti, la caduta di un ramo pesante ha distrutto una panchina (foto sotto). Piante cadute anche al parco Mattei.

Quattro le pattuglie della Polizia locale impegnate nel controllo della viabilità: chiuse alcune vie secondarie come via Santa Lucia, via Roncaglia, diverse le auto danneggiate. Si stanno ripulendo le principali vie di accesso e, a ruota le strade secondarie, fermo restando gli interventi urgenti per casi di particolare criticità, come il ripristino della strada di accesso al centro per l’autismo Azzeruolo. Alcune tegole stanno cadendo dai tetti di alcuni edifici in centro storico, per cui è importante prestare la massima attenzione. Problemi anche nelle periferie: a Mazzangrugno è caduto anche un traliccio della corrente ed è intervenuta una squadra dell’ENEL per ripristinarlo.

La Polizia locale e il personale dell’Area Servizi Tecnici stanno monitorando la situazione e sono in contatto con vigili del fuoco e tutte le forze dell’ordine e di volontariato impegnate nel piano di protezione civile per attenuare i disagi.

Molte le richieste che sono arrivate al numero di soccorso 115, sul territorio provinciale ieri sera sono stati eseguiti 30 interventi. Anche l’Arma dei carabinieri di Jesi, con tutte le sue stazioni, ha gestito la maggior parte degli interventi richiesti dai cittadini causa del maltempo, prodigandosi per lo spostamento delle piante cadute, legandoli e liberando le strade da pericoli quali cavi elettrici e tralicci. I militari hanno lavorato ad oltranza e stanno ancora lavorando, senza sosta. Il 112 ha risposto a tutte le chiamate dei cittadini impegnando 3 operatori straordinari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*