«Maria Montessori. Ritorno a casa»: le celebrazioni del 150° anniversario | Password Magazine
Festival Pergolesi

«Maria Montessori. Ritorno a casa»: le celebrazioni del 150° anniversario

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

CHIARAVALLE – Il 31 agosto 2020 cadrà il 150° anniversario della nascita di Maria Montessori. Chiaravalle, la sua città natale, ha preparato per l’importante ricorrenza un calendario di eventi intitolato “MM150 – Maria Montessori. Ritorno a casa”, in programma dal 30 agosto al 6 settembre. 

Si inizia domenica prossima alle ore 21 presso il Teatro Valle con un concerto lirico a cura di Domus Musica, associazione molto vicina alla figura e al pensiero di Maria Montessori: pioniera dell’educazione musicale, la scienziata consigliava di far ascoltare ai bambini la musica dei “più grandi artisti e più grandi esecutori”, capaci di suscitare in loro “sentimenti superiori”. I brani scelti ripercorreranno tutta la storia del repertorio vocale, dal canto gregoriano al bel canto italiano dell’Ottocento, con arie e duetti di alcuni tra i più significativi compositori del melodramma. 

Sempre a teatro e sempre alle 21, nelle serate di lunedì 31 agosto, mercoledì 2 e venerdì 4 settembre, si terrà in anteprima internazionale la proiezione del docufilm “W Maria Montessori”, realizzato dalla 3D Produzioni e da Sky Arte con la collaborazione dell’Istituto Luce Cinecittà e della Fondazione Chiaravalle Montessori e con il contributo del Comune di Chiaravalle. L’opera restituisce in ampiezza e in profondità la vita straordinaria e l’immensa eredità scientifico-pedagogica di Maria Montessori, con un racconto dinamico, un ricco corredo di fonti e testimonianze e un’attenzione particolare al legame di Maria Montessori con la sua terra d’origine.

La proiezione del 31 agosto (giorno dell’effettivo anniversario) sarà preceduta da un momento istituzionale con la presenza di Damiano Costantini, sindaco di Chiaravalle, Francesco Favi, assessore alla cultura e alla valorizzazione di Maria Montessori, Alfio Albani, presidente della Fondazione Chiaravalle Montessori, Rita Scocchera, vicepresidente della FCM e membro dell’Opera Nazionale Montessori, e Cristiana Colli, co-ideatrice del docufilm e curatrice del progetto di riqualificazione di Casa Montessori, la cui riapertura è prevista per ottobre. Interverranno anche  Emanuela Audisio (regista di “W Maria Montessori”), Roberto Pisoni (direttore di Sky Arte) e, in videocollegamento dall’Olanda, Carolina Montessori (bisnipote di Maria, componente dell’Association Montessori Internationale e presidente onorario del gruppo di progetto per le celebrazioni). 

A fare da preludio alle tre serate saranno, negli stessi giorni e nello stesso luogo ma alle ore 17.30, altrettante presentazioni di libri pubblicati di recente. er tutta la settimana, in luoghi sia fisici che virtuali (piazza Mazzini, centro abitato, canali social), avranno luogo installazioni plastiche, visuali, sonore a cura di artisti, scuole e associazioni del territorio.

Per il sindaco Costantini «quello delle celebrazioni è un percorso iniziato da molto tempo e sancito dalla partecipazione di tanti soggetti tra cui l’AMI, l’Opera Nazionale Montessori, la Fondazione Chiaravalle Montessori e Carolina Montessori quale espressione diretta della famiglia. Un percorso che potrei sintetizzare con un semplice slogan: ritorno a casa; la necessità di restituire una centralità alla figura di Maria Montessori, delineando un nuovo modello di crescita per i nostri bambini ispirato ai valori del pensiero montessoriano. In poche parole una città in cui si senta forte la concezione del rispetto per l’infanzia, della libertà, dell’uguaglianza, della fratellanza, dell’emancipazione, della tolleranza e della pace».

L’assessore Favi aggiunge: «Il programma di ‘MM150’, con il suo ampio ventaglio di iniziative e la sua densa rete di collaborazioni, ha l’ambizione di fare di Chiaravalle un avamposto di quel mondo a misura di bambino immaginato da Maria Montessori nonché il luogo del suo ideale ‘ritorno a casa’. Non a caso, per l’elaborazione del logo, ci siamo ispirati al manifesto che nel 1950 annunciava ai chiaravallesi la visita di questa ‘Cittadina del Mondo’. Ci piace pensare a lei come ad una pioniera delle scienze umane, anzi di quello che potremmo definire neo-umanesimo: una visione che, a partire dalle prodigiose capacità autoeducative del bambino, può orientare in senso armonico il progresso dell’umanità».

Per tutti gli eventi ingresso gratuito e contingentato secondo le norme anti Covid-19 fino ad esaurimento posti con prenotazione consigliata e autodichiarazione sanitaria: Biglietteria Teatro Valle (071.7451020 – 339.4304324 – teatro_valle@libero.it). In caso di maltempo lo spettacolo del 6 settembre si terrà a teatro.

Info: 

www.comune.chiaravalle.an.it

facebook.com/events/381564292827138/

instagram.com/welovechiaravalle/

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.