Mariya, si cerca ancora. Aveva scritto: «La vita ci riserva spesso brutte sorprese, ma bisogna trovare la forza» | Password Magazine
Banner-Hedone
hedone

Mariya, si cerca ancora. Aveva scritto: «La vita ci riserva spesso brutte sorprese, ma bisogna trovare la forza»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

CUPRAMONTANA – «La vita ci riserva spesso brutte sorprese, ma bisogna trovare la forza di reagire per andare avanti, nonostante può sembrare inizialmente difficile». Così scriveva Mariya tre anni fa, nella recensione del film “Il Cammino di Santiago” che lei stessa ha pubblicato sul sito dell’Istituto Cuppari, quando ancora frequentava il terzo anno delle superiori. Parole profonde per una ragazzina di 16 anni che rimandano inevitabilmente  ai momenti drammatici che oggi stanno vivendo la famiglia, il fidanzato e gli amici a lei più cari, a due giorni dalla sua scomparsa. Non c’è ancora traccia della 19enne di Cupramontana, avvistata l’ultima volta nei pressi del Luna Park la domenica pomeriggio e poi sparita senza documenti, telefono cellulare e soldi. Anche la trasmissione “Chi l’Ha Visto?” si è interessata al caso mentre continuano le ricerche dei carabinieri di Fabriano e le perlustrazioni della protezione civile sul territorio.
Sono ore di angoscia per Cupramontana, per la famiglia, per il fidanzato e per gli ex compagni di scuola che pensano a lei come una ragazza estroversa ed amichevole,  increduli alla notizia diffusa di una possibile depressione. Una ragazza brillante che nel 2016 si era distinta nell’Istituto, vincendo persino una borsa di studio messa a disposizione dalla Fondazione Marco Fileni destinata a ragazzi talentuosi che credono nei loro sogni. E chissà qual era il sogno della giovane di Cupramontana e se aveva smesso o no di crederci veramente, al punto da decidere di allontanarsi.

Mariya, di origine ucraine, è bionda con gli occhi azzurri, altezza 170. Ha un neo sul lato sinistra della bocca. L’ultima volta che è stata vista indossava un cappotto beige e una maglia grigia, con leggins neri e scarpe sportive blu. Aveva anche una sciarpa verde con frange, a macchie marroni e nere. Chiunque avesse notizie utili al suo ritrovamento può contattare i carabinieri di Fabriano o la famiglia.

Chiara Cascio

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.